"Venduta l'anima per soldi". Bufera su Beckham

L'ex calciatore inglese David Beckham al centro delle polemiche, per aver accettato di essere il volto dei Mondiali di Calcio 2022 in Qatar. Accusato di "Aver venduto l'anima per soldi" viene chiesto da più parti di essere spogliato del suo ruolo di ambasciatore Onu

"Venduta l'anima per soldi". Bufera su Beckham

Sarà lui il volto dei prossimi Mondiali di Calcio 2022 in Qatar. Lo sarà, a fronte di un ingaggio di 150 milioni di sterline (oltre 177 milioni di euro ndr). Questa montagna di denaro però, sta portando non pochi problemi a David Beckham. L’ex stella del calcio inglese infatti, è stato aspramente criticato per aver accettato di: “Vendere l’anima per soldi”. Beckham oltre ad essere uno dei calciatori più famosi al mondo e un’icona di stile, è anche ambasciatore dell’ONU per la difesa dei diritti umani. Ed è proprio questo il punto che molte associazioni umanitarie hanno criticato, chiedendo che venga rimosso dal prestigioso incarico istituzionale. Questo perché, molti Paesi arabi, Qatar compreso, sono stati spesso al centro di scandali per violazioni dei diritti delle minoranze. Cosa nota al mondo e sicuramente anche a lui, che però a quanto pare ha accettato di buon grado di prestare il suo volto non solo alla manifestazione calcistica del 2022, ma anche come promotore del turismo nel Paese.

Sulla questione è intervenuta anche Amnesty International UK, tramite il Ceo Sacha Deshmukh, che ha dichiarato: "Non sorprende che David Beckham voglia essere coinvolto in un evento calcistico così importante, ma lo esortiamo a conoscere la situazione dei diritti umani profondamente preoccupante in Qatar, e a parlarne. Dai maltrattamenti di lunga data del Paese, ai suoi limiti alla libertà di parola e alla criminalizzazione delle relazioni omosessuali, molti sono i diritti violati. Inoltre è particolarmente preoccupante il maltrattamento dei lavoratori migranti, le persone il cui duro lavoro sta rendendo possibile questo evento sportivo. Bisogna fare di più affinché questa Coppa del Mondo, lasci un'eredità positiva e trasformi la situazione dei diritti in Qatar”.

Questa è: “Pura avidità” si legge in molte prime pagine di quotidiani inglesi, “Un calciatore che vale 360 milioni di sterline, mette denaro e ricchezza sopra ogni altra cosa”. Da parte del team di Beckham, nessuna dichiarazione a proposito su queste accuse, e nessuna conferma neanche per quanto riguarda l’ingaggio milionario. A parlare è solo un amico vicino alla star del calcio, che ha commentato dicendo che: "David ha sempre parlato del potere del calcio come una forza positiva a molti livelli".

Commenti