Dieci milioni di famiglie già passate al digitale

Le persone che si dotano del sistema digitale terrestre stanno aumentando in maniera progressiva. Più si va avanti nello switch off, ovviamente, più le famiglie devono adeguarsi alla nuova tecnologia che permette di vedere con un segnale migliore la tv nazionale generalista e gratuita.
Gli ultimi dati ufficiali sulla diffusione (rilevati da Makno) risalgono a maggio quando si era in fase di switch-over (cioè spegnimento di Raidue e Retequattro) del Piemonte e in prossimità dello switch-over del Lazio. Il numero delle famiglie in possesso di almeno un ricevitore per il digitale terrestre (esterno o integrato) nella residenza principale era, stando ai dati di quel mese, 9.370.000. Si tratta di una crescita di ben 650.000 famiglie rispetto al mese di aprile 2009, e di circa 1.000.000 rispetto a marzo 2009. Secondo le ricerche Makno, inoltre, il numero totale dei ricevitori per il digitale terrestre (esterni o integrati) presenti nelle abitazioni principali è arrivato a 11.370.000, con una crescita di circa 800.000 unità rispetto ad aprile 2009.
Secondo le rilevazioni GFK, a maggio 2009 sono stati venduti 1.000.000 di ricevitori per il digitale terrestre, di questi 456.000 (il 42%) sono apparecchi (segnatamente televisori) con decoder integrato. Dal febbraio del 2004 al maggio del 2009, secondo GFK, sono 15.542.070 i decoder venduti in Italia. Di questi, il 55,4% (8,6 milioni circa) sono ricevitori esterni, e il 44,6% (6,9 milioni circa) sono apparecchi con decoder integrato.
I canali che si possono ricevere sul digitale terrestre (e anche sulla piattaforma satellitare TivùSat) sono: oltre ai tre Rai, i tre Mediaset e La7, Rai4, Boing, Rai Gulp, Iris, RaiNews24, Rai Sport Più, Rai Storia e altri.

Commenti