Raid di ragazzini ubriachi: colpita anche la Canalis

A raccontare lo spiacevole episodio di cui è stata protagonista è stata l'ex velina attraverso i suoi canali social. La Canalis: "È la seconda volta che succede"

Notte brava ad Alghero per un gruppo di ragazzini ubriachi e a farne le spese è stata Elisabetta Canalis. L'ex velina, tornata in Italia per trascorrere le vacanze estive nella sua terra natale, la scorsa notte è stata vittima di atti di vandalismo. Lo ha raccontato lei stessa attraverso i social network con un video emblematico dove ha mostrato il risultato della bravata.

"Alghero è sempre più bella", ha confessato Elisabetta Canalis nelle storie del suo profilo Instagram, durante la consueta passeggiata mattutina con i suoi cani. Peccato che la notte sia in mano a ragazzini ubriachi in giro a far danni. L'ex velina mora si trova da alcuni giorni in Sardegna insieme a tutta la sua famiglia per trascorrere le vacanze nella sua terra di origine. Insieme al marito - il chirurgo americano Brian Perri - e alla figlia Skyler Eva (che ha mostrato per la prima volta sui social pochi giorni fa) si sta godendo alcuni giorni di relax a bordo di una barca ormeggiata a largo di Alghero ed è proprio qui che, la scorsa notte, è stata vittima di un gruppo di ragazzini fuori controllo.

A documentare l'accaduto è stata lei stessa con un filmato social che sta facendo discutere. "Quella è la mia bici, quella è di mio marito e il seggiolino di Skyler che sono state buttate giù dalla muraglia (sugli scogli, ndr)", ha esordito Elisabetta Canalis con il video pubblicato sulla sua pagina Instagram. Nel filmato l'ex velina ha mostrato le due biciclette danneggiate, gettate sugli scogli e il seggiolino per bambini galleggiare in mezzo alle rocce. Un episodio di cui la Canalis è stata vittima sua malgrado e che non è rimasto purtroppo isolato. La 41enne di Sassari, dopo aver recuperato i due mezzi, ha spiegato ai suoi follower di essere finita nel mirino dei vandali per la seconda volta: "È la seconda volta che capita perchè purtroppo ad Alghero è pieno di ragazzini che, non potendo andare in discoteca, si aggirano per il centro storico completamente ubriachi. E devo dire che quest'anno hanno battuto ogni record perché è la seconda volta che mi buttano la bici dalla muraglia". Non si tratterebbe dunque di un caso isolato, ma di una vera e propria abitudine frutto della noia di ragazzini che, post quarantena, sfogano la loro rabbia su cose ed oggetti in giro per la città.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.