Eurovision, l'Ucraina non si esibirà a Torino: "Registrazioni in un luogo sicuro"

La Kalush Orchestra, che rappresenta l'Ucraina all'Esc, si esibirà dal vivo in Italia solo se l'Ucraina vincerà sulla Russia entro maggio

Eurovision, l'Ucraina non si esibirà a Torino: "Registrazioni in un luogo sicuro"

L'edizione italiana dell'Eurovision Song Contest è ancora al centro dell'attenzione e solo marginalmente per la musica. La kermesse canora è fortemente influenzata dallo scontro tra Ucraina e Russia che, per l'occasione, si è spostato virtualmente dal fronte al palco. Gli organizzatori hanno decretato l'esclusione della Russia dalla competizione a causa dell'invasione dell'Ucraina. Ma quest'ultima, che sarà in gara con la Kalush Orchestra, non suonerà dal vivo sul palco di Torino.

La band di Kiev non verrà in Italia a meno che l'Ucraina non vinca sulla Russia entro maggio, cioè quando al Pala Alpitour di Torino si alzerà il sipario sull'Eurovision 2022 (in programma dal 10 al 14 maggio). La notizia ufficiale è stata data dall'agenzia di stampa Adnkronos, che riporta l'iter che seguirà la Kalush Orchestra per rimanere in gara nel caso non si esibisca dal vivo insieme a tutti gli altri concorrenti in gara.

Il gruppo ucraino registrerà la sua esibizione in un luogo segreto e ritenuto sicuro per l'incolumità dei musicisti e invierà la registrazione del brano "Stefania" agli organizzatori dell'Eurovision. La conferma è stata data da Claudio Fasulo e Simona Martorelli, executive producer di Eurovision per l'Italia, nel corso della conferenza stampa svoltasi nelle scorse ore al Museo della radio e della televisione Rai di Torino: "La Kalush Orchestra sta avendo qualche difficoltà nella registrazione del video ma stanno cercando di realizzarlo, non a Kiev ma in un’altra città più al confine". La registrazione sostituirà l'esibizione dal vivo nel caso la guerra imperversi ancora in Ucraina a maggio. In caso di vittoria di Kiev sugli occupanti russi nei prossimi due mesi, invece, la band si esibirà live dal palco di Torino.

Per i bookmaker l'Ucraina rimane la favorita alla vittoria finale, ma la partecipazione della Kalush Orchestra all'Eurovision Song Contenst è stata tutta in salita. Il gruppo pop-folk è stato scelto come rappresentante ufficiale della Nazione dopo il forfait della cantante Alina Pash. L'artista si è ritirata dalla competizione in seguito allo scoppio di una feroce polemica con i suoi concittadini per avere visitato la penisola di Crimea, annessa alla Russia, durante il suo tour. La band ha così preso il posto della Pash in corsa. Subito dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, l'European Broadcasting Union - organizzatore della manifestazione - era finito al centro della polemica per non avere preso posizione contro Mosca, salvo poi escludere la Russia dalla competizione pochi giorni dopo lo scoppio delle critiche.

Commenti