Ladri in casa di Facchinetti: "Se minacci la la vita della mia famiglia io ti faccio fuori"

Francesco Facchinetti racconta la notte in cui un ladro entrò in casa sua e lui, per difendersi, armò due pistole per sé e per sua moglie

Francesco Facchinetti è il protagonista della docuserie The Facchinettis, un esperimento nuovo nel nostro Paese, nel quale si racconta la vita quotidiana della famiglia dell'ex Dj Francesco insieme a sua moglie Wilma Faissol e i loro bambini. In questi giorni vanno in onda su Real Time le puntate inedite e in quella che verrà trasmessa questa sera ci sarà uno degli eventi più traumatici vissuti da Francesco Facchinetti negli ultimi mesi. Durante i mesi di produzione della docuserie, infatti, nella splendida villa dell'imprenditore a Mariano Comense ha fatto irruzione un topo d'appartamento, ripreso dalle telecamere di sorveglianza.

È lo stesso Francesco Facchinetti a raccontare quello spiacevole episodio e la sua reazione nel veder violata la sua abitazione in piena notte, quando sia lui che sia moglie e i bambini, erano in casa e addormentati. "Ieri purtroppo ci sono entrati i ladri in casa", racconta l'imprenditore nella clip che andrà in onda stasera, registrata il giorno dopo l'evento. Nella bellissima casa in provincia di Como del figlio di Roberto Facchinetti è stata realizzata una panic room ed è lì che sono andati a rifugiarsi quando hanno sentito i rumori provenire dal salotto dell'abitazione. Nelle immagini si vede un uomo che, armato di torcia elettrica, esplora l'ambiente alla ricerca di qualcosa da rubare.

La casa di Facchinetti è dotata di un impianto di videosorveglianza di ultima generazione con telecamere dislocate in modo tale da riprendere qualsiasi angolo di ogni stanza. Nello stacco successivo, infatti, ecco che viene inquadrato Francesco che, nella panic room, carica due pistole. "Quando ero giù e avevo in mano un'arma, ho cercato di darne una anche a mia moglie", spiega l'imprenditore, che come si vede nelle immagini insiste affinché Wilma la prenda. "Non mi vergogno di voler difendere le persone che amo a ogni costo", scrive Francesco Facchinetti in sovraimpressione nei video pubblicati sulle storie di Instagram.

"Per chi non ha mai sparato, prendere un'arma in mano non è una cosa semplice", continua a spiegare l'ex compagno di Alessia Marcuzzi, che sempre nelle storie specifica di non approvare il Far West, "ma se minacci la vita della mia famiglia io ti faccio fuori". Nella storia successiva, Francesco Facchinetti spiega in modo più approfondito questo concetto e il suo punto di vista, perché "se il ladro entra in casa tua per rubare una tv, lui sta determinando che la sua vita vale quanto la tv. Lui sta rischiando la sua vita per rubare la tv".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Albius50

Dom, 09/08/2020 - 16:59

Purtroppo dipende dalla POLITICA se la prendesse SALVINI direbbero che è PERICOLOSO

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 09/08/2020 - 17:19

Ha ragione Facchinetti! Nessuno deve entrare nell'abitazione altrui, perchè nel momento in cui entra, quelli dell'abitazione sono già in pericolo! Non si ha la sfera di cristallo per vedere con quali intenzioni sia entrato!

d'annunzianof

Dom, 09/08/2020 - 17:45

C'e` un altro fattore sempre presente di cui bisogna tener conto. Quando il criminale inizia l'atto criminale, lui e` gia` 'pompato' a mille, quando invece la vittima, in qualsiasi luogo od orario del giorno, e` costretto a saltare da uno stato di calma al livello di veemenza dell'assalitore istantaneamente per difendersi

marco.olt

Lun, 10/08/2020 - 10:38

I LADRI LI HANNO PRESI ?? IN ITALIA HAI IL SOLO DIRITTO DI FARTI DERUBARE, se ti difendi i sinistri (magistrati inclusi) ti inchiodano in processi che hanno già un vincitore: i delinquenti (giustificati in mille modi).