Fedez: "Apre una parte della terapia intensiva del San Raffaele"

In collegamento con Mara Venier a Domenica In, Fedez annuncia l'apertura di una parte del reparto di terapia intensiva dell'Ospedale San Raffaele di Milano e lancia un appello a tutti: "Sentitevi responsabili"

Mara Venier è tornata con Domenica In, rivista e rivisitata in base alle nuove norme vigenti per l’emergenza coronavirus, e, in collegamento con Fedez, ha fatto il punto sulla raccolta fondi messa in piedi da lui e da Chiara Ferragni per l’incremento della terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Dopo il primo decreto, il più stringente, che ci ha fatto capire che la situazione stava diventando importante, ci siamo interrogati su come poter usare il nostro potere divulgativo per cercare di fare qualcosa di utile – ha iniziato a dire il rapper, spiegando che lui e la Ferragni hanno messo tutto in piedi in una settimana puntando tutto sulla celerità delle azioni - .È stata raccolta una cifra importante ed è sicuramente bello, ma la cosa più bella è che da questa campagna ne sono nate moltissime altre”.

Si è innescata una ondata di partecipazione, di solidarietà, che non solo farà bene a portare aiuti concreti, ma farà bene anche allo spirito e all’umore del Paese – ha aggiunto ancora Fedez - . Ci sono state donazioni da più di 200 mila persone e donazioni da 92 paesi nel mondo. È stata la raccolta fondi più grossa in Europa e ci ha aiutato ad essere coesi come paese”.

L'iniziativa avviata dai Ferragnez ha raccolto più di 4 milioni di euro ed è stata destinata all’intensificazione della terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano. “Domani (23 marzo, ndr) una prima parte delle terapie intensive verrà inaugurata – ha annunciato con orgoglio Fedez a Mara Venier - . È stato preso un campo sportivo dell’Università adiacente la struttura ospedaliera ed è stato completamente riconvertito in un reparto di terapia intensiva. Si è deciso, in questi giorni, di ampliare ulteriormente i lavori e di seguire la stessa conversione per il campo sportivo adiacente e si sta studiando un progetto per allargare un’altra area. I posti letto aumenteranno in maniera importante e aiuteranno ad alleggerire gli ospedali che in questo momento sono in prima linea e rischiano di implodere rispetto al numero di malati che devono gestire”.

Ai complimenti di Mara Venier, che ha elogiato Fedez e Chiara Ferragni per aver sfruttato per questo scopo la loro popolarità, il rapper ha replicato facendo un appunto importante. “Non siamo le uniche mosche bianche”, ha precisato lui, sottolineando che la campagna è stata condivisa anche da molti personaggi dello spettacolo e della musica senza i quali non si sarebbe raggiunto lo stesso risultato. “Altra cosa importante è che questa campagna l’abbiamo spinta completamente con internet e, se molte volte viene considerato come una grande cloaca, questa volta è stato una grande risorsa”, ha concluso Fedez.

Intanto, se nei giorni scorsi i Ferragnez avevano interrotto i concerti dal balcone in segno di lutto nazionale, il rapper ha annunciato che si andrà avanti per regalare un momento di leggerezza prima del bollettino delle venti. E, a conclusione della sua diretta con Domenica In, Fedez si è rivolto a tutti i suoi follower per lanciare un appello: “Sentitevi tutti responsabili perché in questo momento possiamo fare la differenza”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.