Fedez tirchio? Lui replica a chi lo accusa di negare ai rider le mance: "Sono un retaggio americano"

“La tua sopravvivenza di lavoratore non può essere garantita dal cliente. Puzza di fascio". Queste sono solo alcune delle parole di sfogo con cui Fedez ha replicato alla notizia che lo vedrebbe incluso nella black-list dei Vip "tirchi"

Fedez tirchio? Lui replica a chi lo accusa di negare ai rider le mance: "Sono un retaggio americano"

Il cantante Fedez e la sua consorte Chiara Ferragni sono tornati al centro dell'attenzione mediatica per la loro vacanza all'insegna della suggestiva bellezza della Polinesia, un viaggio che li vede ancora protagonisti. Diverse ore fa, il cantante si è lasciato abbandonare ad uno sfogo sul suo profilo Instagram, replicando al contenuto di una notizia che lo vedrebbe incluso nella black-list dei Vip ritenuti "tirchi", per via di presunte mance negate ai rider Deliverance Milano, "denunciate" via social a nome dei colleghi-rider sparsi in tutta Italia.

Fedez replica alla notizia sulla black-list dei Vip "tirchi"

Fedez si è detto adirato per quanto è emerso nella notizia che vedrebbe il cantante di Cigno Nero tacciato da parte dei rider "Deliverance Milano", rappresentanti della categoria dei rider che portano ai Vip il cibo a casa, di tirchieria. Così, attraverso il suo profilo Instagram, Fedez ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni, e ha espresso il suo totale disappunto, parlando di “infondatezza della notizia”, di “liste di proscrizione” e di “retaggio americano, non plus ultra del capitalismo”.

“Al di là della totale infondatezza della notizia, volevo dire una cosa. Parlano tutti di lotta di classe 2.0 e la cosa su cui stanno mettendo attenzione è sulle mance, che fanno parte di un retaggio americano, che è il non plus-ultra dello sfruttamento del capitalismo”- ha dichiarato Fedez in un video pubblicato tra le sue Instagram stories, spiegando che in America le mance sono una ''consuetudine'', in quanto i datori di lavoro hanno così la possibilità di pagare di meno i loro dipendenti. Il consorte dell'influencer Chiara Ferragni ha contestato un modo di fare business poco “sindacalizzato” e con “poche tutele”. “La tua sopravvivenza di lavoratore non può essere garantita dal cliente perché rischi di fare una vita di m…”- ha poi continuato il cantante, denunciando che nel sistema economico americano "non dare la mancia" equivale a un danno per i lavoratori.

“Le liste di proscrizione pubblica mi hanno sempre puzzato di fascio”, ha infine sentenziato sempre Fedez, scagliandosi contro la stampa e i media, per aver divulgato una notizia a suo dire basata sull'infondatezza e la disinformazione.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?

Commenti

Grazie per il tuo commento