La fidanzata di Rugani: "Daniele sta già bene, è positivo ma asintomatico"

Michela Persico, fidanzata di Daniele Rugani, ha raccontato come sta adesso il difensore della Juventus dopo essere risultato positivo al coronavirus

Il primo calciatore di Serie A risultato positivo al coronavirus è stato Daniele Rugani, ora in isolamento come da protocollo. La fidanzata Michela Persico, lontana dal compagno, ha raccontato come si sta evolvendo la situazione rassicurando tutti sullo stato di salute del difensore.

Io sono qui a casa nostra a Torino, da sola, e Daniele alla Continassa, nel ritiro della Juve – ha raccontato la Persico al Corriere della Sera - . Dal momento in cui ha visto la febbre, ha deciso, con grande senso di responsabilità, di restare in isolamento per tutelare me, la squadra e le persone con le quali sarebbe potuto venire in contatto. Anche altri suoi colleghi, senza sintomi e che non hanno fatto il tampone, hanno scelto di stare alla Continassa, per evitare i contatti con le famiglie”.

Michela, che non riesce a comprendere ancora come sia potuto avvenire il contagio, ha ammesso di essersi spaventata molto alla notizia della positività del fidanzato. “Quando Daniele mi ha telefonato per dirmi che era positivo al coronavirus, non me l’aspettavo. Ero sola in casa, mi sono spaventata tantissimo, è stato lui a dover rassicurare me”, ha detto lei, che non ha nascosto di sentirsi “fisicamente bene, ma emotivamente un po’ provata”.

Ad oggi, intanto, la situazione di Daniele Rugani sembra essere buona. Il difensore della Juventus è costantemente monitorato e la febbre sembra sia già passata. La giornalista sportiva, legata da quattro anni al calciatore, ha spiegato che lui sta bene e non ha alcun sintomo. “[...] Tre giorni fa, quattro per chi leggerà quest’intervista, Daniele ha accusato tre linee blande di febbre: aveva 37,5. Ha chiesto di farsi controllare e, il giorno dopo, il test è risultato positivo, ma lui già non aveva più la febbre, né ha o ha avuto tosse o altro – ha raccontato Michela - . Perciò non ce lo aspettavamo”.

Questo ci tranquillizza in parte, perché il suo caso, se mai ce ne fosse stato bisogno, dimostra che si può essere giovani, forti, ci si può sentire bene e avere il Covid-19 – ha aggiunto lei, lanciando un messaggio importante - . Molte persone, magari sono positive, ma non lo sanno e alimentano il contagio. Perciò è importante stare a casa e rispettare tutte le regole”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.