Gerry Scotti dimesso dall'ospedale: "Grazie ai medici e agli infermieri che ci hanno creduto prima di me"

Gerry Scotti è stato dimesso dall'ospedale dopo il ricovero causato dall'infezione da coronavirus: il conduttore sta bene ed è tornato a casa

Come annunciato ieri, Gerry Scotti è stato dimesso dall'ospedale e ha potuto fare ritorno a casa dopo aver trascorso alcuni giorni in una clinica milanese per l'aggravamento delle sue condizioni di salute. Il celebre conduttore ha contratto il coronavirus qualche settimane fa e in un primo momento sembrava fosse uno dei tantissimi casi asintomatici o paucisntomatici che possono essere trattati a domicilio senza troppe conseguenze.

Gerry Scotti non è un personaggio particolarmente avvezzo ai social, non pubblica contenuti con costanza e quindi la sua assenza da Facebook e Instagram non ha destato particolari preoccupazioni nei suoi tantissimi ammiratori. Invece, durante la sua permanenza in isolamento domiciliare, pare che le sue condizioni di salute si siano improvvisamente aggravate tanto da rendere necessario il ricovero ospedaliero. Non sono state rese note le dinamiche esatte e la cronologia degli eventi, ma è probabile che la comparsa improvvisa dei sintomi respiratori abbia consigliato ai suoi medici un ricovero ospedaliero. Gerry Scotti è stato per qualche giorno in una clinica alle porte di Milano ma, come dichiarato dal suo ufficio stampa, non è mai dovuto ricorrere alle cure della terapia intensiva come, invece, era stato detto nei giorni scorsi.

A comunicare al grande pubblico le dimissioni è stato proprio il conduttore, che per l'occasione ha fatto la sua ricomparsa sui social, dove ha pubblicato un autoscatto subito dopo le sue dimissioni, una volta varcato l'uscio di casa. "A casa, finalmente. Grazie a tutti voi, al vostro affetto e grazie a tutti i medici, infermieri e collaboratori di Humanitas che ci hanno creduto prima di me. Un abbraccio a chi ha vissuto insieme a me questa esperienza: non vi dimenticherò", ha scritto Gerry Scotti. Il suo pensiero è andato agli altri pazienti, agli altri malati Covid che hanno condiviso con lui quei giorni di paura e di ansia. Un ringraziamento doveroso da parte del conduttore è andato anche al personale sanitario che lo ha accudito, che lo ha seguito fino alle dimissioni, un lavoro straordinario da parte loro che si trovano nuovamente travolti dal coronavirus in questa seconda ondata.

Per il momento, il suo programma Caduta Libera è stato sospeso. Nelle prossime settimane andranno in onda le repliche delle puntate precedenti e probabilmente il ritorno in video di Gerry Scotti nel preserale di Canale5 slitterà alla prossima primavera. Ma il conduttore potrebbe tornare in diretta su Canale5 a Tu si que vales già nella prossima puntata del programma del prime-time di Canale5, dove ricopre il ruolo di giurato o, al massimo, nella puntata finale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.