Ciacci si sente male. Le Iene interrompono lo scherzo

É quasi finito in tragedia lo scherzo de Le Iene all'opinionista televisivo che, durante un inseguimento, si è sentito male

Ciacci si sente male. Le Iene interrompono lo scherzo

Scherzo da incubo, nel vero senso della parola, per Giovanni Ciacci vittima de Le Iene. L'opinionista televisivo ha avuto un malore durante le riprese dello scherzo, che la iena Mitch aveva organizzato puntando tutto sulla sua paura del buio. Poco prima che la messa in scena finisse, Ciacci ha avuto un mancamento dovuto al dolore per una vecchia ferita, riapertasi durante l'inseguimento di cui è stato protagonista.

Le Iene questa volta hanno picchiato duro con Giovanni Ciacci e non si aspettavano certo che il protagonista dell'ennesimo scherzo, orchestrato dalla redazione, si concludesse quasi in tragedia. E invece Ciacci per poco non è finito in ospedale. Con la scusa di dover girare uno spot promozionale per un parco gioco, l'opinionista è stato portato in un capannone allestito con giochi e divertimenti. Un luogo tetro nel quale, era stato avvertito dall'amico imprenditore (gancio delle iene), viveva il proprietario.

Tutto è filato liscio fino a quando Ciacci non ha incontrato il proprietario, un tipo strano dal quale l'opinionista è sembrato essere impaurito. A farlo andare nel panico più totale, terrorizzato dal buio, è stato però l'improvviso blackout elettrico, che ha lasciato nell'oscurita il capannone. Giovanni Ciacci si è disperato, ha chiesto aiuto e ha supplicato di essere portato via: "Andiamo via ti prego! Aiuto! Dammi la mano. Ho paura del buio".

Lo scherzo de Le Iene, però, non era ancora cominciato. Nel buio Giovanni Ciacci ha sentito una voce chiedere aiuto. Era la figlia del proprietario, che gli diceva di esser stata segregata nello stanzino dal padre. Ciacci ha trovato le forze per parlarle: "Ma sei legata? Sei ferita? Che sei?". Poi insieme all'imprenditore amico l'ha liberata e tutti e tre sono fuggiti a bordo di un'auto inseguiti dal padre. La folle corsa ha fatto disperare ancora di più l'opinionista: "Andiamo dai carabinieri ca....! Non ti fermare cog......!". Con le lacrime agli occhi ha supplicato l'amico di raggiungere la stazione dei carabinieri più vicina, poi il grido di dolore. Giovanni Ciacci si è toccato la spalla e ha avuto un mancamento. "Mi si sono staccati i punti dopo l'operazione alla spalla", ha detto con un filo di voce e l'attore al suo fianco ha capito che lo scherzo era finito. "Avremmo voluto continuare - hanno spiegato Le Iene dopo la messa in onda dello scherzo - ma anche noi ci siamo preoccupati".

Commenti