"Gomorra", il duello finale tra Ciro e Genny

Gli sguardi come raggi laser. Negli occhi la gioia di ritrovarsi, il desiderio di affetto, ma anche la paura di aver perso l'amicizia fraterna, la mancanza di fiducia

"Gomorra", il duello finale tra Ciro e Genny

Gli sguardi come raggi laser. Negli occhi la gioia di ritrovarsi, il desiderio di affetto, ma anche la paura di aver perso l'amicizia fraterna, la mancanza di fiducia. Nella scena madre Genny e Ciro si rivedono, sembra un duello western, loro due soli, uno da una parte, uno dall'altra nel desolato porto di Riga. Cominciano a camminare Suspence: s'ammazzano o s'abbracciano? Vabbè, mica si riporta in vita un eroe per pochi minuti Ciro Di Marzio è tornato e sarà l'elemento chiave della quinta e ultima stagione (in onda dal 19 novembre su Sky e in streaming su Now) di Gomorra, la saga tratta dai libri di Roberto Saviano. E chi dalla fine della terza stagione sta aspettando l'incontro fra il risorto Ciro (Marco D'Amore, anche regista di alcuni episodi) e il boss Genny Savastano (Salvatore Esposito) sappia che si godrà immagini ad alta intensità. Le prime due (di dieci) puntate sono state presentate in anteprima ieri a CanneSeries, festival internazionale della produzione seriale. Una scelta, di mostrarle in Francia, per ribadire il grande riscontro mondiale ricevuto dalla saga prodotta da Cattleya che ha cambiato il sistema di scrittura della serie italiane: venduta in 190 Paesi, è stata inserita dal New York Times al quinto posto fra le produzioni non americane più importanti del decennio 2010/2020.

Nella prima puntata, al solito zeppa di morti ammazzati, faide e intrecci (comprensibili ai più appassionati) che portano al regolamento di conti tra Savastano e il clan dei Levante, Genny scopre scioccato che - al contrario di quanto aveva sempre creduto - Ciro è miracolosamente sopravvissuto (come raccontato nel film L'Immortale) al colpo di pistola sparatogli dal boss medesimo alla fine della terza stagione e si è rifugiato in Lettonia. La seconda puntata, molto intensa, ci rituffa nel rapporto tra i due amici/rivali che hanno sempre vissuto in simbiosi ma anche in lotta per la supremazia. Senza spoilerare la trama, sappiate che non torneranno a braccetto a Napoli. Oltre alla violenza, al sangue, alla droga, rivedremo Ciro Di Marzio alle prese con i suoi tormenti interiori, i suoi mostri, che non gli impediranno di agire come un Rambo senza pietà. Insomma, tutti gli elementi amati dai fan del genere che nell'ultima stagione assisteranno allo showdown dei protagonisti (con qualche inserimento di nuove figure). Spremuta fino all'ultima goccia (compreso al cinema), la saga della lotta tra i clan campani non può comunque lasciarci senza qualche sorpresa.

Commenti