Gordon Ramsay chiude i suoi ristoranti ​a Londra: "Non so quando riapriremo"

Il popolare chef inglese ha annunciato, sui social network, di aver deciso di chiudere i locali di Londra per colpa del coronavirus: "Quello che possiamo fare ora è supportarci a vicenda"

Londra registra un’impennata di contagi da Covid-19 e la città è pronta a blindarsi. Pub, locali e ristoranti si svuotano e anche i grandi chef scelgono la via del rigore chiudendo i battenti. È quello che ha scelto di fare Gordon Ramsay, il popolare chef britannico, che ha annunciato la chiusura dei suoi ristoranti nel cuore di Londra. Una decisione difficile dettata però dal buon senso e dalla voglia di non mettere a rischio la vita di dipendenti e clienti.

Gordon Ramsay ha comunicato la decisione di abbassare le serrande dei suoi locali londinesi a causa del coronavirus attraverso il suo profilo Instagram. Sulla sua pagina social, nelle scorse ore, lo chef inglese ha pubblicato un post di chiarimenti sulla sua scelta: "Mentre la pandemia continua a crescere i nostri ristoranti di Londra chiudono. State al sicuro e prendetevi cura l'uno dell'altro in questi tempi difficili". Ramsay è uno degli chef più famosi del Regno Unito, oltre ai numerosi ristoranti sparsi per il paese, Gordom – ex calciatore della Lega – è un volto molto amato della televisione inglese grazie a programmi diventati celebri anche in Italia come "Ristoranti da incubo", "Hell’s Kitchen" e "MasterChef Usa".

Gordon Ramsay, come molti altri ristoratori inglesi, ha scelto la via del rigore, chiudendo i suoi locali situati nella capitale britannica: "In questo momento di grande incertezza, per garantire la sicurezza e la salute dei nostri dipendenti, dei clienti e della comunità, cercando di fare la nostra parte nell'abbassare il livello di diffusione del virus, sa sabato 21 marzo i nostri ristoranti di Londra chiuderanno. Non sappiamo quando riapriremo, ma quello che possiamo fare oggi è supportarci a vicenda in questo terribile momento di cambiamento. Ne usciremo più forti di prima". Solo pochi fa, Gordon Ramsay era finito al centro di una divertente polemica social in seguito alla pubblicazione di una video ricetta, eseguita proprio in uno dei suoi ristoranti londinesi, degli spaghetti alla carbonara. La versione british della ricetta tipicamente italiana aveva fatto indignare il popolo social, che si era scagliato contro il cuoco inglese con commenti e messaggi ironici.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.