"Grazie governo, che dimentichi...": la furia di Dargen D'Amico sul palco

Nuova polemica del cantautore meneghino: nel mirino finisce il governo guidato da Mario Draghi

"Grazie governo, che dimentichi...": la furia di Dargen D'Amico sul palco

Dopo la polemica sul televoto e sull’elezione del presidente della Repubblica, Dargen D’Amico è tornato a infiammare Sanremo 2022 con le sue frecciatine. Sul palco dell’Ariston per cantare la sua “Dove si balla”, tra le canzoni più apprezzate di questa edizione del Festival, il cantautore milanese si è tolto qualche sassolino dalle scarpe, mettendo nel mirino il governo.

Giunto sul palco con il suo look a dir poco originale, Dargen d’Amico ha voluto ringraziare il direttore artistico di Sanremo, Amadeus: “Grazie per aver creduto in me”. Ma il suo intervento pre-esibizione non è terminato qui, ecco la stoccata contro l’esecutivo: “Voglio ringraziare anche il governo italiano che tende a dimenticarsi delle piccole realtà musicali”. J'accuse legato evidentemente alle chiusure indiscriminate e ai ristori non sufficienti, come spesso denunciato dalla categoria.

Un discorso che ha colto di sorpresa Amadeus, che tra una risata e l’altra ha provato a tenere a bada Dargen D’Amico. Grande successo sui social, inoltre, per il siparietto post-esibizione che ha visto protagonisti ancora i due. Amadeus ha indossato un paio di occhiali da sole all'ingresso sul palco con il bouquet, fiori che l’artista ha voluto consegnare a una orchestrale, sia in segno di omaggio, sia per guadagnare punti all’immarcescibile Fantasanremo.

Ricordiamo che Dargen D’Amico con “Dove si balla” è posizionato al 13° posto della classifica provvisoria di Sanremo 2022, ma grazie al televoto potrebbe scalare la classifica, considerando la “benevolenza” di Fedez e Chiara Ferragni. Su Instagram sono già state pubblicate le prime storie sui profili dei Ferragnez, con la richiesta di votare il "cantautorapper" meneghino.

Commenti