I memoir degli amici e il saggio definitivo di Siti

Paris, Maraini e Ferretti ricordano lo scrittore. Su "Linus" di marzo l'ultima intervista a Pasolini

I memoir degli amici e il saggio definitivo di Siti

Le pubblicazioni e le manifestazioni pasoliniane, in occasione del centenario, sono moltissime. Ecco una piccola scelta, centrata sui libri appena usciti o in uscita. Molto altro si aggiungerà col passare dei mesi. A parte Le lettere e la nuova edizione di Petrolio, i due «eventi» più importanti, l'editore Garzanti ci accompagnerà tutto l'anno con ristampe e altre iniziative. Belle le ristampe anastatiche delle prime edizioni dei romanzi romani, Ragazzi di vita e Una vita violenta. Nell'ambito del memoir ragionato bisogna segnalare i libri di chi ha conosciuto bene Pasolini. E dunque Pasolini personaggio (Interlinea) di Gian Carlo Ferretti, Caro Pier Paolo (Neri Pozza) di Dacia Maraini e Pasolini e Moravia (Einaudi) di Renzo Paris. Quest'ultimo mette a confronto i due scrittori-amici e contiene una interessante, e anche personale, digressione sul rapporto burrascoso tra Pasolini e il movimento studentesco degli anni Settanta. Paris non si nasconde dietro a un dito e ci mostra anche la rivalità tra gli ex amici dello scrittore nel rivendicarne la memoria e le idee. Nella pura saggistica, il primato, come importanza, spetta al Walter Siti di Quindici riprese (in aprile per Rizzoli). Siti raccoglie per la prima volta cinquant'anni di studi pasoliniani, inclusi i saggi «infedeli» al maestro con affondi sul mito di Pasolini. Sono oltre quattrocento pagine. Il tutto confezionato dal curatore dell'opera completa di Pasolini per i «Meridiani» Mondadori. Tra le ristampe, con o senza aggiunte, segnaliamo Morire per le idee (Bompiani) di Roberto Carnero, un long seller che è un ottimo inizio per il neofita, e la biografia di Barth David Schwartz Pasolini Requiem (La nave di Teseo). Carocci prepara nuovi saggi di carattere accademico ma ben leggibili come «Il Decameron» di Pasolini, storia di un sogno di Carlo Vecce, uscito da poco. Gradevole, e adatto non solo ai ragazzi, il divulgativo Pier Paolo Pasolini. Il poeta corsaro (La nuova frontiera): vi troverete ampie e splendide citazioni da Pier Paolo Pasolini. Tra le riviste, il numero di marzo di Linus dedica la copertina a Pasolini. Contiene, tra molte altre cose, una lunga intervista a Walter Siti, l'ultima intervista a Pasolini di Furio Colombo, un poema di Sandro Veronesi e splendide illustrazioni.

Commenti