"Tamponi non sono attendibili" Ed è bufera su Brosio al Gf Vip

In poche ore nella Casa del Gf Vip, Paolo Brosio si sarebbe lasciato andare a dichiarazioni poco gradite al pubblico a casa sul coronavirus

Paolo Brosio è entrato da poche ore nella casa del Grande Fratello. Il suo ingresso era previsto lo scorso settembre, oltre due mesi fa, ma il giornalista è stato contagiato dal coronavirus e ha dovuto trascorrere diverse settimane in ospedale per le cure, oltre a fare la riabilitazione. Può essere a tutti gli effetti considerato come il primo della nuova tornata di ingressi che nelle prossime puntate varcherà la porta rossa per prendere parte al gioco. Vista la situazione, infatti, la produzione ha deciso di prolungare la durata del Grande Fratello Vip 5 che non chiuderà più ai primi di dicembre ma proseguirà almeno fino a fine febbraio. Ma sono bastati pochi minuti all'interno della Casa a Paolo Brosio per essere sommerso dalle domande su quanto accade all'esterno e lui, contravvenendo alle regole, si è lasciato sfuggire qualche dettaglio di troppo e qualche considerazione personale non consentita.

Appena messo piede all'interno della Casa, Paolo Brosio ha svelato ai compagni di aver contratto il Covid e di aver passato brutti momenti in isolamento in ospedale. La curiosità era tanta da parte degli inquilini del Gf Vip attorno a Paolo Brosio, che nonostante fosse frastornato ha spiegato per sommi capi quanto accaduto. Molti di loro immaginavano che il motivo delmancato ingresso del giornalista fosse quello ma avendone avuto conferma dal protagonista, questo ha aumentato la curiosità all'interno della Casa. Proprio per evitare che Brosio, spinto dall'euforia, si lasciasse scappare dettagli ulteriori rispetto a quelli di cui è consentito parlare, Alfonso Signorini prima di chiudere la puntata ha chiamato il giornalista in confessionale, raccomandandogli di non dare nessuna informazione sui fatti esterni, perché la Casa viene costantemente tenuta al corrente dalla produzione. E invece, Paolo Brosio già durante le prime ore di permanenza nella Casa di Cinecittà si è lasciato sfuggire dichiarazioni in merito, in alcuni casi controverse.

A destare maggiore curiosità all'esterno sono state alcune frasi di Paolo Brosio in merito ai tamponi, che ad alcuni sono sembrate eccessivamente superficiali. "Sono stato 29 giorni perché non mi venivano 2 tamponi negativi. Adesso ce ne vuole uno solo, basta quello. Quindi vuol dire che questa storia dei tamponi, c’è qualcosa che non va. Non sono attendibili", ha detto il giornalista ai suoi nuovi coinqulini, prima di essere richiamato dal Grande Fratello. Non è stata comunque l'unica dichiarazione di Brosio in merito al coronavirus a far chiacchierare i social ma anche gli stessi concorrenti. In un'altra occasione, infatti, il giornalista ha parlato della mortalità del Covid, dando la sua personale visione: "Tante patologie… Sì, magari aveva il COVID, ma non sarebbe stato letale se non avesse avuto un tumore in fase terminale. E allora scusa, ma tutti i morti che ci sono stati prima del COVID? Improvvisamente spariscono e si muore solo di COVID? Ma non esiste".

Il primo a non gradire le parole di Paolo Brosio è stato Tommaso Zorzi: "Se iniziamo col negazionismo". Gli ha fatto eco Stefania Orlando, che ha auspicato l'intervento del Grande Fratello in tempi rapidi. Inoltre, stando ai report di alcuni utenti su Twitter, pare che Paolo Brosio abbia raccontato ai concorrenti del Gf Vip di aver utilizzato soluzioni di propoli nel naso per falsificare l'esito del tampone rino-faringeo per poter entrare al Grande Fratello. Non esiste al momento un video di queste dichiarazioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

rr1veneto

Sab, 31/10/2020 - 17:51

Brosio chi ? quello che vede apparire la madonna ?

ruggerobarretti

Dom, 01/11/2020 - 11:09

Vedra' anche apparire la Madonna e comunque io non sarei cosi sarcastico su queste questioni, pero' se parla di inaffidabilita' del tampone PCR, o quanto meno sull'uso distoro che se fa, non fa altro che ripetere quello che tanti, tanti, tanti "esperti" medici dicono da sempre. Veramente lo diceva anche lo scopritore di questa metodica, la Buon Anima di Kary Mullis.