Cultura e Spettacoli

Indagini scomode, romanzi d'avventura: le serie tv "europee" sbarcano in Italia

È iniziata anche la produzione nazionale di "Citadel" dei fratelli Russo

Indagini scomode, romanzi d'avventura: le serie tv "europee" sbarcano in Italia

Se in Europa è impossibile mettersi d'accordo sul prezzo del gas, più facile è trovare collaborazione per fare la tv. Perché ormai serie, movie e documentari sono il nuovo grande business per milioni di europei relegati in casa per Covid, guerre e crisi energetica. Dunque, l'alleanza nata quattro anni fa tra le tv pubbliche di Italia, Francia e Germania ha dato già risultati importanti e ieri, al Mia Market, il mercato dell'audiovisivo in corso a Roma, sono stati presentati i nuovi progetti. Tutti realizzati attraverso la cooperazione creativa e finanziaria delle tre grandi realtà televisive che, messe insieme - come hanno spiegato i loro rappresentanti Francesco Nardella di Rai Fiction, Manuel Alduy di France Télévisions e Simone Emmelius di Zdf - cercano di affrontare la concorrenza spietata di giganti come Netflix, Amazon e Disney.

Ad oggi l'Alleanza Europea ha prodotto nove serie televisive, spaziando tra i generi avventura, thriller, fantascienza, period. Una, Sopravvissuti, sta passando ora su Raiuno. E le intenzioni sono di galoppare tanto che i tre dirigenti hanno chiesto esplicitamente alla grande platea di produttori riuniti a Roma al Mia Market di presentare progetti (possibilmente storie ambientate nei tre Paesi), visto che i soldi e le possibilità ci sono. Intanto il prossimo lavoro in sviluppo è The Kollective, una serie investigativa ideata da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli (gli autori di Gomorra, per intenderci) e Femke Wolting. Protagonisti dei giovani giornalisti indipendenti che fanno delle indagini in rete la loro battaglia. Insomma, un tema molto importante in questo momento in cui la guerra cominciata da Putin si basa anche sulle fake news. Tra le altre serie già pronte, a dicembre vedremo su Raidue Il giro del mondo in 80 giorni. Tratta ovviamente dal romanzo di Jules Verne, in Germania è stata vista da 7,5 milioni di spettatori. Diretta da Steve Barron, Brian Kelly, Charles Beeson, vede come protagonisti David Tennant, Ibrahim Koma, Leonie Benesch, Jason Watkins, Peter Sullivan. Invece, il teen drama Corpo libero debutterà in Italia il 26 ottobre su Paramount+ e andrà in onda nel 2023 su Raidue. È un thriller ambientato nel mondo della ginnastica artistica femminile che, attraverso la competizione sfrenata, amicizia e segreti, racconta la voglia di crescere e al tempo stesso la paura di cambiare degli adolescenti.

Ma anche le tv private sono venute al Mia market per presentare nuovi prodotti. Prime Video ha annunciato che è iniziata la produzione del capitolo italiano dell'universo Citadel, l'innovativa serie di spionaggio dei fratelli Anthony e Joe Russo. In sostanza un evento globale che prevede serie sorelle ambientate in diversi paesi tra cui l'Italia. James Farrell, vice presidente di Amazon Studios, ha confermato che protagonista della versione nostrana - ancora senza titolo - sarà la lanciatissima Matilda De Angelis. Nel cast anche Lorenzo Cervasio, Maurizio Lombardi, Thekla Reuten, Julia Piaton, Filippo Nigro e Bernhard Schütz. Casa di produzione Cattleya e Gina Gardini che è anche la showrunner.

La regia è di Arnaldo Catinari, mentre head writer è Alessandro Fabbri.

Commenti