"Hanno rotto i finestrini". Cosa è successo a La Vita in diretta

I malviventi hanno rubato oggetti dal furgone Rai mentre la giornalista Filomena Leone e i suoi operatori erano in collegamento con Alberto Matano

"Hanno rotto i finestrini". Cosa è successo a La Vita in diretta

Brutta esperienza per la troupe Rai de La vita in diretta che, a Venezia, è stata derubata mentre stava realizzando un collegamento in diretta proprio sul tema delle rapine.

Filomena Leone, inviata della trasmissione di Rai Uno, si trovava a Strà, comune in provincia di Venezia, per realizzare un servizio sull'impressionate escalation di rapine nelle ville di facoltosi imprenditori della zona ed è stata vittima a sua volta di una banda di malviventi. Il furto è avvenuto in diretta, mentre la giornalista e la troupe, che era con lei, stavano effettuando il collegamento con Alberto Matano nel suo programma pomeridiano.

I ladri hanno sfondato i finestrini del furgoncino Rai e si sono impossessati di computer e borse, che si trovavano all'interno del veicolo. Un furto compiuto in pochissimi minuti, complice il buio, e a pochi passi dalla troupe, che si trovava sul lato opposto della strada, dove era stato parcheggiato il van. A raccontare per primo quanto accaduto è stato Alberto Matano che, dopo alcuni servizi andati in onda, ha provato a collegarsi con la sua inviata senza però riuscirci.

Il conduttore de La vita in diretta ha parlato di problemi nel collegamento con la giornalista, ma dopo alcuni istanti di concitazione ha svelato: "Ironia della sorte la nostra giornalista è stata derubata. I ladri hanno rotto i finestrini della sua auto rubando il computer di un operatore e la sua borsa con cellulare e portafoglio. Ha perso tutto, stiamo cercando di contattarla". Matano ha rassicurato il pubblico e i familiari della giornalista e ha provato nuovamente a collegarsi la sua inviata, mentre sul maxi schermo andavano in onda le immagini della troupe con e forze dell'ordine.

Una situazione paradossale, spiegata più nel dettaglio dall'inviata quando è riuscita a collegarsi: "Un grande spavento ma sto bene. Ci hanno rotto il finestrino. Avevamo parcheggiato a pochissimi metri dalla villa. C'erano borse, computer e altro. Abbiamo chiamato subito i carabinieri, che ci hanno spiegato che probabilmente la villa era ancora sotto lo sguardo dei rapinatori. Forse sono gli stessi dell'assalto". Secondo quanto riferito dalla Leone, poco prima del collegamento televisivo, una pattuglia era passata davanti alla villa ma non aveva notato niente di sospetto.

Commenti