Jared Leto va nel deserto: non sa nulla del Covid-19

La star di Suicide Squad ha trovato un mondo diverso rispetto a come lo aveva lasciato: stato di emergenza, persone in auto-isolamento e 4482 casi accertati negli Usa

Dodici giorni nel deserto, senza telefono e nessun tipo di comunicazione, lontano da tutto e da tutti, anche dai virus. Un sogno, soprattutto di questi tempi. È quello che è accaduto a Jared Leto appena tornato dal suo periodo di meditazione. L’attore ha voluto condividere con i suoi fan su Instagram le sensazioni di quando è tornato a casa e ha trovato il mondo cambiato dall’emergenza Coronavirus.

"Wow. 12 giorni fa ho iniziato una meditazione silenziosa nel deserto – ha scritto Jared Leto in una sua storia- . Noi eravamo totalmente isolati. Non avevano il telefono, nessuna comunicazione ecc. Non avevamo idea di quello che stesse accadendo fuori da quella struttura. Ieri sono uscito in un mondo molto diverso. Uno che è stato cambiato per sempre. Strabiliante, per non dire altro".

Tornato a casa, l’attore ha sentito il bisogno di rimettersi al passo con i tempi, chiamando amici e parenti. Anche i fan lo hanno aiutato ad aggiornarsi. "Immagina di lasciare il mondo per 12 giorni per tornare e non avere la carta igienica", ha scritto un utente. "Faresti meglio a stare nel deserto. Questa è follia", ha commentato un altro follower.

"Spero che voi e i vostri cari stiate bene. Invio energia positiva a tutti. Rimanete dentro casa. State al sicuro", ha concluso Jared Leto su Instagram. Il "distanziamento sociale" pare essere una delle norme più efficaci per prevenire il contagio da Coronavirus, ed è stato consigliato anche alla popolazione americana, visto che pochi giorni fa il Presidente Donald Trump ha dichiarato lo stato di emergenza. Anche i cittadini americani dovrebbero rimanere il più possibile a casa e mantenere una distanza di sicurezza di almeno 6 piedi (circa 1,8 metri) gli uni dagli altri. Per molti vip, già da diversi giorni, è partito l’auto-isolamento: è il caso di Lady Gaga che ha scelto di rimanere a casa con i suoi amici a quattrozampe: "Vorrei poter vedere i miei genitori e le mie nonne in questo momento, ma è molto più sicuro non farlo, non li farei ammalare nel caso fossi contagiata". Anche Heidi Klum, in attesa dei risultati del tampone, si è messa in quarantena, lontana dal marito, Tom Kaulitz.

Il virus è nato molto probabilmente in Cina, a partire dalla località di Wuhan, e si è propagato in tutto il mondo durante i mesi invernali, raggiungendo anche gli Stati Uniti. Attualmente ci sono almeno 4.482 casi confermati di COVID-19 e 86 morti negli Usa. Nel resto del mondo i contagi confermati hanno raggiunto le 182100 persone e ci sono 7305 decessi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.