Il martito di Kim Kardashian vuole il test di paternità per la primogenita

Secondo fonti vicine alla coppia, il rapper Kanye West avrebbe scoperto che la moglie Kim sarebbe ricorsa alla fecondazione artificiale per avere la prima figlia North

Il martito di Kim Kardashian vuole il test di paternità per la primogenita

Altro che rose e fiori: tra Kim Kardashian e Kanye West c'è aria di crisi, il rapper avrebbe chiesto alla conserte un test di paternità per scoprire se la primogenita North è veramente sua figlia.

I ben informati sulla coppia assicurano che la piccola North, nata nel giugno del 2013, sia il frutto di una fecondazione artificiale. Kim, nel 2012, avrebbe utilizzato il seme di un suo ex per rimanere incinta. Stando alle voci, la trentacinquenne super sexy avrebbe usato un embrione precedentemente congelato e ottenuto appunto grazie allo sperma di una sua vecchia fiamma perché era stanca delle continue esitazioni del marito circa la possibilità di metter su famiglia.

Kim sarebbe stata troppo impaziente per il compagno e, desiderando così tanto di diventare mamma, avrebbe fatto questo "scherzetto" a Kanye. Il rapper avrebbe scoperto solo ora la probabile esistenza dell’inghippo e quindi avrebbe richiesto esplicitamente un test di paternità. In caso di risultato negativo, sarebbe intenzionato a chiedere il divorzio.

Commenti