Morto lo stilista Bruno Piattelli

Scomparso a Roma all'età di 94 anni, lo stilista Bruno Piattelli. Fu il primo a far sfilare gli uomini in passerella e a portare la magia e la classe delle creazioni Made in Italy in tutto il mondo

Morto lo stilista Bruno Piattelli

Sono in molti nel mondo della cultura e della moda a ricordare oggi la scomparsa di Bruno Piattelli, il grande stilista romano considerato il maestro della giacca perfetta. Se n’è andato a 94 anni nella sua città, dove era nato e cresciuto e aveva frequentato il famoso Liceo Classico Visconti prima di studiare diritto all’Università la Sapienza. Non esercitò mai la professione di avvocato perché affiancò da subito l’attività del padre, nell’esclusivo atelier di piazza San Silvestro. Fu proprio lì che iniziò a lavorare per una clientela internazionale che lo portò a collaborare con grandi marchi come Burberry, Lanerossi, Ellesse, ma anche a realizzare maglie per gli astronauti della Nasa o le divise per diverse compagnie aeree, compresa l’Alitalia. Nel 1968 a Mexico City e nel 1996 ad Atlanta, creò le divise per gli atleti olimpici della Nazionale italiana.

Molti dei suoi abiti sono tutt’ora custoditi in alcuni prestigiosi musei come il Metropolitan a New York e l’Albert Museum di Londra. A lui va il grande merito di aver portato il Made in Italy in giro per il mondo e fu il primo ad aver fatto sfilare gli uomini in passerella, venendo considerato da molti “scandaloso”. Grande fu anche la sua passione per il cinema e teatro che considerò “Il suo grande amore”. Vestì i più grandi interpreti del cinema italiano da Nino Manfredi a Ugo Tognazzi, da Gina Lollobrigida ad Alberto Sordi. All’estero creò abiti per Orson Welles, Georges Segal e Mickey Rooney.

Ha lavorato al fianco anche di grandi registi come Franco Zeffirelli, Luchino Visconti e Vittorio De Sica e si impegnò molto anche in ambito teatrale creando i costumi per la compagnia del Teatro Satyricom di Mosca. Nel 2002 ha dato vita per conto della della Fondazione Roma, con la collaborazione al Direttore Artistico e Musicale Francesco La Vecchia, all’ Orchestra Sinfonica di Roma, la prima Orchestra italiana privata. Amante dei pregiati vini, pubblicò per lungo tempo la guida annuale dei migliori 200 vini italiani.

Commenti