"Questo qui non è il bondage..." La foto hot scatena Naike Rivelli

Naike Rivelli accusa i giornalisti di averle attribuito la pratica del bondage: un utente su Instagram la invita a una maggior libertà sessuale

"Questo qui non è il bondage..." La foto hot scatena Naike Rivelli

Naike Rivelli contro i giornalisti di gossip, che le avrebbero attribuito una certa pratica sessuale.

È iniziato tutto sabato scorso, quando la figlia d’arte ha pubblicato su Instagram uno scatto che la mostra intenta nei suoi esercizi di Flying Yoga. “Amazing Saturday Night Fever. Quando sale la febbre del sabato sera a casa”, scrive Naike Rivelli nella didascalia.

Nelle ultime ore la modella è però dovuta tornare a pubblicare un aggiornamento social per alcune precisazioni. In un altro scatto in cui è alle prese con il Flying Yoga, Naike Rivelli ha scritto: “No, non pratico il bondage. Come al solito certe fonti di finto giornalismo gossip hanno preso le mie foto e le hanno pubblicate scrivendo che io pratico bondage... No non lo pratico, pratico yoga e flying yoga ... se non sapete cosa sia… informatevi prima di sfruttare le mie immagini per scrivere bugie per attirare lettori in più. Se poi la sera, il flying yoga… lo si fa col proprio compagno… non è bondage… è… solo amarsi nell’aria”.

I follower inondano quindi Naike Rivelli di apprezzamenti. “Sei pericolosa e stupenda”, scrive qualcuno. “Che fisico atletico. Complimenti”, aggiunge un altro. E ancora un fan: “Un'opera d’arte”. Una follower preferisce entrare nel merito delle parole di Naike sul Flying Yoga: “La pratica del programma Body Flying Yoga, prevede una combinazione di esercizi da eseguire in sospensione parziale, totale e in inversione, volti a stimolare maggiormente equilibrio, precisione, controllo e concentrazione, principi cardine della disciplina. Brava”.

Intanto qualcun altro non ci sta e prende le parole di Naike Rivelli come un’accusa al bondage, che è una pratica del Bdsm. “Vabbè ma anche se fosse bondage? - si chiede un utente - È forse deplorevole? Il sesso è meraviglioso perché gli unici limiti sono i desideri della coppia... Scommetto che, nonostante tu sia così schietta, se davvero ti piacesse il bondage e se questa foto lo rappresentasse, avresti usato comunque la medesima frase, giustificandoti dunque per vergogna, per paura di etichette poco moderate. Ma non avresti nulla da giustificare comunque sia, anche perché noto con disappunto che di etichette tra i tuoi follower (hater) ne girano una sfilza. Viva la libertà”.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti