Cultura e Spettacoli

Paola Ferrari lascia la Rai: "Mi dicono che sono vecchia"

Dicembre 2022 segnerà l'addio della giornalista sportiva al piccolo schermo. La Ferrari lo ha confermato nell'ultima intervista rilasciata a Italia Oggi: "Alla fine dei Mondiali in Qatar lascio e mi dedico al cinema"

Paola Ferrari lascia la Rai: "Mi dicono che sono vecchia"

Addio, pensionamento, turnover. Chiamatelo come volete ma Paola Ferrari ha deciso: con i mondiali 2022 in Qatar la sua trentennale esperienza televisiva si concluderà. "Basta, mi dicono che sono vecchia - ha raccontato a Italia Oggi - accompagno la nazionale in Qatar e poi saluto tutti". Alla soglia dei 61 anni, che compirà il prossimo ottobre, la Ferrari è pronta a congedarsi dalla Rai, dove lavora dal 1990.

Oltre trenta anni di carriera televisiva, per lo più nell'ambito sportivo, che le hanno regalato momenti di gioia (come l'ultima vittoria agli Europei degli Azzurri), altri di difficoltà (quando la Rai ha perso i diritti della Champions League e della Coppa Italia), ma anche siparietti imbarazzanti per colpa della sua prorompente fisicità. L'accavallamento di gambe in stile Sharon Stone durante uno dei match di Euro 2020 l'ha fatta finire sulle tv di mezzo mondo: "Avessi voluto farlo apposta, non sarebbe riuscito meglio. Mi sono divertita tantissimo, mi hanno scritto dalla Thailandia, dall'America".

Quello che è certo è che questa sarà l'ultima stagione tv di Paola Ferrari, che si appresta a seguire per l'ultima volta le gesta della Nazionale destinazione Qatar per i mondiali. Dopo per lei si apriranno le porte del grande schermo. "Mi dedicherò a tempo pieno al cinema insieme con il gruppo Lucisano", ha rivelato alla rivista. L'addio alla Rai arriva non senza qualche punzecchiatura ai vertici di viale Mazzini: "Dopo gli Europei di calcio e le Olimpiadi di Tokyo, il messaggio degli italiani alla Rai è molto chiaro: vogliamo lo sport in chiaro, ci piace vederlo sulla Rai. Lo sport è importante per gli italiani, accresce l'orgoglio nazionale, la voglia di rinascita: perciò meglio tagliare uno show e usare quel budget per regalare dello sport in chiaro".

Il suo modo di condurre, familiare ma diretto, la parlantina e il linguaggio semplice hanno reso Paola Ferrari uno dei volti simbolo dello sport televisivo, anche se non le sono state risparmiate critiche e polemiche: "Qualche mezza cattiveria su di me, il mio trucco, le mie luci, ne hanno dette tantissime". Sul portale Italia Oggi, infine, la giornalista è tornata a parlare anche di Diletta Leotta e delle nuove bellissime dello sport sul piccolo schermo: "Della Leotta non condivido l'esprimere in modo troppo vigoroso la sua sensualiltà. Certo io alla sua età ero meno brava. Ma quest'anno avrà filo da torcere: da Mediaset arriva Giorgia Rossi, una molto simile a Ilaria D'Amico". In attesa dell'addio definitivo, la Ferrari è pronta a tornare in video il 12 settembre a Firenze con gli Azzurri di Mancini.

Commenti