La Parietti da Ibiza polemica sul tampone: "Un modo per disincentivare il turismo all'estero"

Alba Parietti da Ibiza si lamenta per l'ordinanza che impone il tampone e la quarantena a chi torna dall'estero e ha paura di avere problemi col lavoro

Se fino a qualche settimana fa sembrava che gli italiani fossero diventati tutti patriottici e che nessuno sarebbe uscito dai confini nazionali per le vacanze, basta dare uno sguardo ai social dei vip per vedere che la situazione reale è ben diversa, almeno per loro. Se la maggior parte delle persone ha deciso proprio di rinunciare alle vacanze, sia per paura del Covid sia per la crisi economica, le mete preferite dai fortunati italiani in ferie sono sempre le stesse per l'estate: le isole Baleari e le isole greche. Ibiza, Formentera, Santorini ecc. anche quest'anno si confermano il tempio estivo dell'italico relax. Tutto questo nonostante Grecia e Spagna siano tra i Paesi con il maggiore incremento di casi delle ultime settimane. Dimenticati i propositi di sostegno all'economia nazionale, ecco che vanno a fare le solite vacanze all'estero. Tra chi ha lasciato l'Italia per godersi l'estate al mare c'è anche Alba Parietti, che a Ibiza è proprietaria di una casa.

Quest'anno alle Baleari i grandi assenti sono i calciatori, costretti a rimanere in città dalla ripresa del campionato. Ci sono comunque tanti altri volti noti che non hanno voluto rinunciare, nemmeno quest'anno, alla vacanza esterofila. La situazione al di là dei confini del Paese inizia a farsi preoccupante e gli esperti sono concordi nel dire che tra le cause del nuovo incremento diffuso dei casi c'è anche il turismo con le sue attività. L'ultimo dato noto dei contagi è di 3000 unità di incremento in sole 24 ore fatto registrare ieri. Numeri che spaventano e che hanno spinto il governo a una nuova stretta, imponendo l'obbligo di tampone a chi rientra nel Paese dopo essere stato in Spagna, Grecia, Croazia e Malta. Una decisione che si accompagna all'obbligo di quarantena nel caso in cui la persona sia venuta a contatto con un contagiato. Pertanto, se a bordo del volo viene rilevata una positività, tutti i passeggeri dovranno attenersi all'isolamento fiduciario per 14 giorni. Una decisione che non piace proprio ad Alba Parietti, che ci ha tenuto a riferire la sua contrarietà alle nuove misure con un'intervista rilasciata all'Adnkronos.

"Sono d'accordo con qualsiasi tipo di controllo, è doveroso, ma sull'ordinanza dei tamponi per chi rientra da Paesi a rischio c'è qualcosa che non mi torna. Mi sembra più un modo per disincentivare il turismo fuori dall'Italia", ha affermato la showgirl. Se fosse come pensa lei, questa soluzione sarebbe stata adottata all'inizio delle vacanze e non agli sgoccioli della stagione. Ma Alba Parietti sembra ferma nella sua idea: "Trovo assurdo che in alcune regioni si obblighi la gente che rientra dalle vacanze all'estero a farsi la quarantena! Come fa a lavorare? A me sembra che utilizzando queste modalità si voglia dire agli italiani: 'Non uscite da qua'. Allora mi domando: 'Perché sugli aerei non c'è nessun tipo di distanziamenti?'. Poi, vorrei capire, come faranno a testare aerei con 150 persone?".

Con la vena polemica che da sempre la contraddistingue, Alba Parietti si domanda come sia possibile che adesso si siano improvvisamente trovati i tamponi che, invece, non c'erano quando l'Italia era nel picco dell'epidemia con i contagiati che mostravano i sintomi più forti. "Secondo me questa cosa dovrebbe essere fatta con un po' più di logica, misurate la febbre, prendete un po' di gente a campione ad esempio, ma non così", afferma la showgirl, preoccupata per quelli che adesso hanno disdetto le vacanze, come alcuni suoi amici che hanno rinunciato ad andare a trovarla a Ibiza. Lei stessa pare abbia deciso di interrompere prima le sue vacanze: "Ho deciso di anticipare il mio rientro in Italia di 15 giorni per evitare di finire in quarantena e non poter lavorare perché basta che sul mio volo ci sia una persona positiva che rischio di essere messa anche io 15 a giorni a casa nonostante sia ormai immune". Tuttavia, l'immunità è tutta da dimostrare per chi ha già sviluppato gli anticorpi, visto che gli stessi scienziati affermano che sia "improbabile che le persone producano anticorpi protettivi di lunga durata contro questo virus".

La Parietti rivendica e comunque difende le vacanze a Ibiza: "Non ci sono le discoteche. Alle due di notte chiudono tutto. Tutti per strada girano con la mascherina altrimenti si beccano una multa di 100 euro. Io vengo da anni qui perché ho una casa di proprietà e sto con gente e amici che conosco e di cui mi fido. E nonostante questo sono stata insultata perché sono venuta a casa mia!". Ultimamente Alba Parietti sembra non essere fortunata con le vacanze, basti ricordare la polemica scoppiata lo scorso marzo quando si trovava nella sua casa di Courmayeur nel pieno dell'epidemia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sbrigati

Ven, 14/08/2020 - 11:25

Adesso che un giusto provvedimento colpisce lei, si lamenta.

hellas

Ven, 14/08/2020 - 11:49

Alba, ti scongiuro: resta per sempre a Ibiza!!!!!

amicomuffo

Ven, 14/08/2020 - 13:43

I governanti, sono del suo stesso partito...di che si lamenta?

ROUTE66

Ven, 14/08/2020 - 16:52

Rientra in anticipo per poter LAVORARE? Lavorare è una parola GROSSA. Ma nel paese delle MERAVIGLIE,va bene così.

sparviero51

Ven, 14/08/2020 - 18:13

SECONDO ME NON LA FANNO ACCEDERE ALLE SPIAGGE PER LA LEGGE CONTRO L’INQUINAMENTO DA PLASTICA !!!

oracolodidelfo

Dom, 16/08/2020 - 10:29

Alba, stai pure ad Ibiza.....ad aspettare il Tramonto!