Il principe Harry ha perso tutto con la Megxit?

Il principe Harry potrebbe avere ben poco da guadagnare e molto da perdere dalla Megxit, ma forse alcune conseguenze della sua scelta saranno evidenti dopo il primo aprile 2020, quando verrà ufficializzato l’addio dei Sussex alla royal family

Il principe Harry ha perso tutto con la Megxit?

Il principe Harry ha davvero preso la decisione giusta trasferendosi in Canada e rinunciando al suo posto a corte? I tabloid e gli esperti sono divisi su questo punto e forse non è possibile dare una risposta in tempi brevi. Per ora sono evidenti solo alcune conseguenze della scelta del duca di Sussex come, per esempio, la perdita del trattamento di altezza reale, dei gradi conquistati nell’esercito e dell’appannaggio reale. Cambiamenti enormi, drastici che, come sottolinea Vanity Fair, hanno cambiato il principe Harry.

In questi giorni il nipote della regina Elisabetta è a Londra per svolgere gli ultimi doveri da membro senior dei Windsor. Ha partecipato a un convegno sul turismo sostenibile e il 28 febbraio parteciperà a un evento relativo agli Invictus Games con il cantante Jon Bon Jovi. Il prossimo 6 marzo è atteso a Silverstone con il pilota Lewis Hamilton per l'inaugurazione del Silverstone UK Experience Museum. Ultimi impegni da “royal” che porterà a termine da solo, senza Meghan Markle e Archie, rimasti in Canada.

Infatti la coppia si riunirà il 5 marzo 2020 per gli Endeavour Fund Awards, evento dedicato alle forze armate inglesi, mentre il 7 dello stesso mese sarà al Royal Albert Hall per il Mountbatten Music Festival in onore dei Royal Marines. Infine, il 9 marzo 2020, la royal family si presenterà unita in pubblico per celebrare il Commonwealth Service nell’Abbazia di Westminster. Questo avvenimento chiuderà la “carriera regale” del principe Harry e di sua moglie.

Intanto il duca è stato fotografato all’arrivo alla Waverley Station di Edimburgo lo scorso 25 febbraio e, per dirla tutta, non sembrava proprio in forma. Espressione fin troppo seria, stanca, cappellino da baseball, piumino e zaino in spalla, il principe Harry appariva molto diverso dal ragazzo scanzonato che abbiamo imparato a conoscere. Certo il viaggio dal Canada è stato lungo e bisogna ammettere che il secondogenito di Lady Diana non è più un adolescente, ma un giovane padre. Eppure, come spiega Vanity Fair, sembra quasi che gli avvenimenti delle ultime settimane lo abbiano trasformato completamente da “principe più desiderato al mondo” a uomo che sta cercando la sua strada.

Secondo il giornale il principe Harry potrebbe avere tutto da perdere dalla Megxit, soprattutto se non riuscirà a reinventarsi, a trovare la sua vera "voce". Non si tratta solo di brand o titoli, ma di qualcosa di più importante e profondo, se stesso. Il duca di Sussex è sempre stato molto amato dai sudditi inglesi e dalla regina Elisabetta, ma pare che ora gli uni e l’altra siano stanchi di sentir parlare dell’addio di Harry e Meghan e di tutte le conseguenze che ha già comportato e comporterà in seguito. Il rischio è che il fratello del principe William si penta delle sue scelte e si ritrovi a chiedersi cosa fare della sua vita. Meghan Markle sa cosa significa vivere una normale quotidianità, a differenza del marito. Alla coppia non mancano le prospettive per un futuro economicamente roseo, ma non basta.

Ancora Vanity Fair riporta un esempio calzante che riguarda Edoardo VIII dopo l’abdicazione. Wallis Simpson, la donna per cui il sovrano rinunciò al trono, raccontò a Gore Vidal un aneddoto molto eloquente, accaduto il giorno dopo il loro matrimonio, quando Wallis si svegliò e trovò il marito già in piedi. La donna rivelò:“Mi guardava con un sorriso innocente che voleva dire ‘e ora cosa facciamo?’ Il mio cuore fece un balzo. Accanto a me c’era qualcuno il cui quotidiano era sempre stato organizzato da altri e ora ero io quella che avrebbe dovuto prendere il posto dell’intero governo britannico, cercando di pensare alle cose da fare”.

Certo, il caso del principe Harry non è quello di un ex re che ha abdicato per amore, ma la sostanza cambia poco. Si può smettere di essere ciò che si è o esserlo solo parzialmente? Harry e Meghan vorrebbero privacy, libertà e nello steso tempo essere “royal part time”. Il rumore che ha fatto la Megxit starebbe proprio in questa presunta mancanza di equilibrio nelle intenzioni. Forse se i due riuscissero a conciliare il loro legittimo desiderio di tranquillità con il ruolo pubblico (come fanno William e Kate), eviterebbero il fuoco del clamore costantemente alimentato intorno a loro.

Si vocifera anche che i Sussex vogliano diventare i nuovi Clooney, ma Harry non ha alle spalle la carriera di George e Amal. In questo senso per lui la strada potrebbe essere in salita. Il principe Harry potrebbe fare un nuovo passo indietro, rinunciando al Canada (proprio così, un passo indietro dal precedente passo indietro)? Potrebbe. La fase di transizione di 12 mesi, stabilita dalla regina Elisabetta, serve proprio a guidare il duca verso la sua nuova vita, aiutandolo a correggere il tiro, o a ripensarci se necessario.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti