Racconto choc sulla figlia di Bobby Solo: "Trovata in una pozza di sangue per autolesionismo"

Drammatico raccono di Veronica Satti, la figlia ritrovata di Bobby Solo, ricaduta nella spirale dell'autolesionismo che l'ha portata quasi a rischiare la vita

Racconto choc sulla figlia di Bobby Solo: "Trovata in una pozza di sangue per autolesionismo"

Lascia senza parole il racconto di Veronica Satti, figlia di Bobby Solo, fatto a Domenica Live. Un drammatico episodio avvenuto la scorsa estate che l’ha vista ripiombare nell’autolesionismo, patologia di cui la ragazza soffre da molto tempo. "L’abbiamo trovata in una pozza di sangue, ha perso i sensi ed è svenuta", ha raccontato Mimma, la madre della ragazza presente con lei in studio. L’episodio avvenuto all’inizio dell’estate scorsa è stato raccontato solo domenica quando Veronica ha avuto il coraggio di rivelarlo a Barbara d’Urso, artefice del suo riavvicinamento con il padre Bobby Solo.

La ragazza ha raccontato di essere uscita da pochi giorni dalla clinica dove era stata ricoverata e di soffrire di un disturbo chiamato borderline di personalità. “Ero depressa da molto tempo e fingevo di essere felice solo perché volevo crearmela, ma era un’illusione” ha confessato. L’orrore oltre ad essere raccontato dalla mamma della ragazza è stato testimoniato anche da Barbara d’Urso che essendo molto legata ha Veronica, che ha voluto anche nella Cassa del Grande Fratello, non ha saputo trattenere le lacrime:

"Ho visto quella foto, l’ho dovuta cancellare dal mio telefonino: ti sei tagliata dal polso alla spalla e anche un tendine”. “Purtroppo ho sbagliato ad interrompere la terapia quest'estate - ha rivelato Veronica - E' un'onda che mi arriva e che non so gestire. Mi sono completamente tagliata braccia e gambe perdendo i sensi, ringrazio il compagno di mia madre che mi ha trovata. Inizialmente non volevo andare all’ospedale, come è tipico di chi soffre di questo disturbo, poi mi sono convinta. Cosa mi scatta in quel momento? Probabilmente voglio spostare dei dolori che ho dentro, sul corpo. Ma non è servito a niente”.

La decisione di parlare in maniera così aperta di questo suo problema e della gravi conseguenze che ha subito nasce anche dal suo desiderio di mandare un messaggio a chi soffre dello stesso disturbo. "Non era prima volta - ha spiegato la madre - era già successo, a volte si presentava in camera già insanguinata, cercavamo di tamponare, ma non erano cose così pesanti come questa volta”. La Satti ha anche rivelato che l'aver tagliato un tendine le ha portato anche ad avere problemi a muovere il dito di una mano.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti