Regali "royal", dal bosco di George al sonaglio d’oro di Charlotte

L’imminente arrivo del figlio di Henry e Meghan è già stato salutato da una lunghissima lista di regali, come è già accaduto per i cugini George, Charlotte e Louis. Tra questi doni, tutti degni di royal babies, ve ne sono, però, alcuni davvero particolari

Regali "royal", dal bosco di George al sonaglio d’oro di Charlotte

Di solito le nascite vengono celebrate con doni che simboleggiano non solo l’amore verso il neonato, ma anche il desiderio di accoglierlo nel mondo nel migliore dei modi. Ciò non poteva essere diverso per il nascituro di Henry e Meghan, né per i suoi cuginetti George, 5 anni, Charlotte 3 e Louis, 10 mesi. Alcuni dei regali ricevuti dai royal babies, però, come riporta la giornalista esperta di dinastie reali, Rebecca English e il magazine Vanity Fair, sono davvero particolari, perfino bizzarri, a volte. Da una parte la cosa non desta particolare meraviglia, del resto parliamo di un piccolo, futuro re e di altrettanto giovani principi e duchi d’Inghilterra. Dall’altra parte, tuttavia, alcuni dei cadeaux ricevuti non rientrano esattamente nella lista dei baby shower dei comuni mortali e lasciano a bocca aperta per originalità.

Il principe George detiene, forse, il primato dei doni più clamorosi: dalla sua nascita, avvenuta cinque anni fa, ha ricevuto un cottage da 20.000 sterline, un cavallo a dondolo da 5.000 sterline e, addirittura, un bosco. Quest’ultimo non poteva essere altro se non un regalo del nonno Carlo, da sempre attento alle tematiche inerenti l’ecologia e l’ambiente, per festeggiare la nascita del primo nipote. È il Daily Mail a riportare la notizia del regalo più eclatante (o inquietante, a seconda dei punti di vista), ovvero due piedi e due mani d’argento modellate su un calco di quelle di George e donate dalla zia Pippa Middleton il giorno del battesimo.

Un presente davvero particolare e con una lunga tradizione partita dalla regina Vittoria e arrivata fino al principino George. La sovrana, infatti, commissionò alla scultrice Mary Thorneycroft dei calchi in alabastro degli arti dei suoi figli e alcuni di questi si trovano ancora a Osborne House, sua residenza estiva sull’Isola di Wight. In realtà, quando George è stato battezzato, lo staff di Clarence House si è limitato a comunicare che i regali erano privati, non confermando le voci su questo dono. Secondo quanto riporta Vanity Fair, però, in Inghilterra, oggi, è di moda fare calchi degli arti dei neonati, pratica che parte dalle 1.900 sterline.

La lista dei doni di Charlotte, comunque, non è da meno: per il primo compleanno le è stato regalato, dalla Natural Sapphire Company, un meraviglioso sonaglio d’oro da 18 carati, del valore di 38mila euro, tempestato di diamanti, zaffiri e rubini. Per il battesimo, invece, ha ricevuto un dipinto, raffigurante Biancaneve e i sette nani, del valore di 200mila sterline. Vanity Fair menziona anche il simpatico presente degli Obama, allora inquilini della Casa Bianca, che hanno fatto recapitare a Charlotte un peluche che somigliava a Bo, il cane “presidenziale”.

L’ultimo nato, Louis, ha ricevuto da Henry una prima copia di Winnie The Pooh, datata 1926, mentre la dinastia regnante del Gabon ha donato un set completo di pettini, spazzole e un coppa con un tappo e un succhiotto in lattice. Tra i regali della stilista Diane Von Furstemberg ce ne è uno davvero istruttivo: una serie di blocchi di legno con lettere di diversi alfabeti, con cui si possono comporre parole dall’inglese, ma anche, per esempio, dal persiano, dall’ebraico, dal cinese, dall’italiano e dall’arabo. Il nascituro di Henry e Meghan, invece, ha già ricevuto dei mocassini di pelle firmati Manitobah Mukluks, prontamente annusati dal duca di Sussex, il quale ha spiegato così il suo gesto: “Sto annusando l’interno per controllare se sono di pelle o no, non perché puzzano”. Alle scarpine si aggiungono, tra gli altri, un albero di mandarini e una macchina per lo zucchero filato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti