"La Regina aiuta di nascosto il principe Andrea dopo lo scandalo"

Da giorni sui tabloid circola l’indiscrezione secondo cui la Regina starebbe aiutando il principe Andrea, finanziando la sua battaglia legale a costo di danneggiare l’immagine della Corona

"La Regina aiuta di nascosto il principe Andrea dopo lo scandalo": caos a corte

La regina Elisabetta avrebbe messo in gioco la sua credibilità, la sua immagine e quella della monarchia pur di sostenere il principe Andrea nella guerra contro Virginia Giuffre, che lo accusa di molestie sessuali? Stando ai tabloid, Sua Maestà starebbe persino coprendo le ingenti spese legali del figlio, nonostante la preoccupazione e i consigli della corte.

La Regina dalla parte del duca di York?

Raramente la regina Elisabetta lascia che, in pubblico, il suo ruolo di madre prevalga su quello di sovrana. Con grande difficoltà lascia trasparire i suoi sentimenti e le sue opinioni. Così vogliono la tradizione monarchica e le leggi inglesi. Eppure, stavolta, Sua Maestà potrebbe aver deciso di mettere da parte i doveri di Regina per proteggere il figlio prediletto, ovvero il principe Andrea. I tabloid rivelano che Elisabetta II starebbe finanziando, nel più assoluto riserbo, la battaglia legale del duca di York, la cui reputazione è stata letteralmente fatta a pezzi dallo scandalo Epstein.

La sua agguerrita accusatrice, Virginia Roberts Giuffre, sostiene che il principe l’avrebbe violentata in tre occasioni, tra il 2001 e il 2002, quando la Giuffre aveva 17 anni. A nulla sono serviti i tentativi di difesa del duca di York il quale, durante l’intervista alla BBC del 2019, ha dichiarato: “Non ricordo di aver mai incontrato [Virginia Giuffre]”. Una foto scattata nella casa londinese di Ghislaine Maxwell, complice di Epstein, lo inchioda. Fallito anche il tentativo di evitare, con la fuga a Balmoral, la notifica della denuncia fatta dalla Giuffre a inizio agosto e depositata al tribunale di Manhattan.

Il principe Andrea avrebbe lasciato la sua residenza, il Royal Lodge di Windsor, in tutta fretta pur di non ricevere personalmente i documenti e, così, potersi appellare alla mancata consegna per invalidare il procedimento civile. L’ufficiale giudiziario, però, è riuscito a lasciare la notifica ai collaboratori del duca. Inoltre, tramite email e FedEx i legali di Virginia Giuffre hanno effettuato la consegna all’avvocato di Andrea a Los Angeles. Il figlio della Regina non ha più via d’uscita? Non è detto, se in suo soccorso arriva la Corona.

La regina Elisabetta sta commettendo un errore?

La royal family sarebbe turbata dalla presunta decisione della regina Elisabetta di aiutare il principe Andrea. Anche gli esperti non vedono di buon occhio questa specie di alleanza, perché quella del duca di York sarebbe una battaglia persa in partenza. A True Royalty Tv, programma citato dal Daily Mail, l’esperta Katie Nicholl spiega a quali rischi potrebbe andare incontro la sovrana se venisse confermata la notizia del suo sostegno al figlio: “La Regina gli sta offrendo un rifugio, permettendogli di restare a Balmoral…e io penso che questo finirà per danneggiare l’immagine della Regina, soprattutto negli Stati Uniti” e prosegue: “Le persone sono preoccupate dal fatto che la Regina stia supportando pubblicamente Andrea”.

Secondo Katie Nicholl la sovrana starebbe aiutando economicamente il figlio non solo per salvarlo dalle accuse, ma per un altro motivo altrettanto serio:“Andrea non ha soldi disponibili. Hanno già venduto lo chalet a Verbier, su cui c’era una pesante ipoteca. Non credo ci sia denaro collegato al ducato”. Il principe Andrea si troverebbe in una situazione molto grave e la regina Elisabetta avrebbe già versato oltre un milione di euro per la sua difesa. Tuttavia va specificato che questa cifra non è stata confermata, almeno per il momento, ma si tratta di una voce che circola sui tabloid. L’appoggio che Sua Maestà avrebbe offerto al principe Andrea potrebbe costarle davvero caro in termini di popolarità e credibilità. Due traguardi fondamentali per una Regina e difficili da riconquistare una volta persi.

Commenti