"Non ti amo ma devo sposarti": la confessione choc di Carlo prima delle nozze con Diana

Adesso spunta la rivelazione choc di Carlo a Diana la notte prima del matrimonio: "Per la principessa è stato devastante"

"Non ti amo ma devo sposarti": la confessione choc di Carlo prima delle nozze con Diana

Il 29 luglio 1981, esattamente 40 anni fa, il principe Carlo e Lady Diana coronavano quella che tutti credevano una favola d’amore eterno. Chiunque, ammirando la principessa del Galles attraversare la navata principale di St. Paul e Carlo attenderla all'altare, avrebbe detto che il principe azzurro esiste, come pure la perfetta concretizzazione della celebre frase “e vissero felici e contenti”. Nessuno, però, sapeva che la magia era solo, con ogni probabilità, una messinscena. Non gli 800 milioni di spettatori che, per la prima volta, videro un royal wedding in mondovisione. Non i 2500 invitati accorsi a festeggiare gli sposi. Non i 600mila inglesi riversatisi in strada per celebrare i loro futuri sovrani. Quel matrimonio, quell’amore, forse, erano morti prima ancora di nascere.

La tragica rivelazione di Carlo

Lady Diana era giovanissima quando arrivò all’altare. Appena ventenne. Della vita non sapeva quasi nulla e, di certo, non aveva esperienza delle dinamiche di corte e, soprattutto, della ragion di Stato a cui tutto si sacrifica. Perfino i sentimenti. Ne sapeva molto di più Carlo che, per sposare la donna reputata perfetta per il ruolo di futura regina consorte, aveva dovuto rinunciare a Camilla Parker Bowles. All’epoca, però, Lady Diana non era ancora consapevole di tutto ciò. Non del tutto, almeno. I sospetti si alternavano alla speranza.

A quanto pare la principessa avrebbe avuto il suo primo, durissimo scontro con la realtà la sera prima delle nozze. A raccontarlo è Penny Thornton, astrologa e amica della principessa. Intervistata per il documentario “The Diana Interview: Revenge of the Princess”, la Thornton rivela un aneddoto angosciante che avrebbe minato alla base il rapporto tra il principe Carlo e Lady Diana, sbarrando le porte a qualunque tentativo per far funzionare il matrimonio. L’astrologa ha raccontato: “Una delle cose più scioccanti che Diana mi ha detto è stata che la notte prima del matrimonio Carlo le ha detto che non l’amava”. Un pugno in pieno viso, insomma. La Thornton ha proseguito: “Penso che Carlo non volesse partecipare al matrimonio su una falsa premessa. Voleva chiarire con lei ed è stato devastante per Diana”.

Se davvero questa ricostruzione corrispondesse alla verità, il principe di Galles avrebbe scelto il momento meno opportuno per alleggerirsi la coscienza. I sogni di Lady Diana sarebbero stati spazzati via nel giro di un attimo, per giunta proprio la notte precedente al matrimonio, in un frangente delicato, carico di aspettative e di emozioni. Stando alle parole di Penny Thornton, alla principessa non sarebbe stato risparmiato nulla e non è da escludere che proprio quella notte sia iniziato il suo inferno matrimoniale. L’astrologa sostiene anche che, dopo la drammatica rivelazione, Lady D. volesse annullare le nozze. Troppo tardi.

“È pieno di tazze con la tua faccia stampata sopra”

Sembra, tuttavia, che nessuno dei due promessi sposi fosse convinto del passo che stava facendo. Il principe Carlo sarebbe stato scoperto, sempre il giorno prima del matrimonio, a piangere alla finestra di Buckingham Palace. Lady Diana, dal canto suo, avrebbe persino confessato alle sue sorelle di non volersi più sposare. Queste ultime, però, la misero davanti al fatto compiuto, tagliando corto: “Bel guaio, è piano di tazze con la tua faccia stampata sopra”.

Non sappiamo se il presunto ripensamento di Diana avvenne a causa della dichiarazione di “non amore” del principe Carlo, se ne fu una conseguenza diretta. Pare, però, che prima del royal wedding la principessa avesse scoperto un regalo di Camilla a Carlo, ovvero una coppia di braccialetti su cui erano incise le lettere “G” e “F” (Gladys e Fred, i nomignoli che si erano dati il principe e l’allora sua amante). Indizi eloquenti che, forse, Diana non volle vedere, a cui si rifiutò di credere, magari convinta che vi fosse ancora una possibilità per lei e Carlo. Benché il principe, ai giornalisti che lo provocarono, chiedendogli se amasse la sua futura sposa, avesse risposto: “Sì, qualunque cosa significhi la parola amore”. Carlo e Lady Diana si sposarono nonostante tutto e il resto è (tragica) storia. L’erede al trono sarebbe stato spinto dal dovere, visto che avrebbe detto a un amico: "È la cosa giusta per il Paese" e dal principe Filippo, che gli avrebbe intimato: “O la sposi, o la lasci. Ha solo 19 anni”.

Derek Deane, coreografo e amico della principessa ha assicurato che anche Diana venne persuasa a sposarsi e a tal proposito ha dichiarato: “Poco tempo dopo il matrimonio Diana mi confessò: ‘Non avrei mai dovuto sposare Carlo, mi hanno convinto esasperandomi di parole’”. Comunque siano andate le cose vi fu, forse, un momento in cui davvero Lady Diana capì che quell’unione era sbagliata. Quando vide Camilla Parker Bowles tra la folla, nella cattedrale di St. James. “Rimase sconvolta e da quel momento riuscì a concentrarsi solo sull’immagine di Camilla”, ha raccontato la biografa Sally Bedell Smith al documentario della CNN “The Windsors”. E non vissero mai felici e contenti.

Commenti