Sanremo, Fiorello scherza con Amadeus: "Prendevi per mano Rula e Diletta: è manismo"

Grandi battute e divertimento per Fiorello sul palco di Sanremo, dove tra gag e battute di attualità, lo showman scherza sulle polemiche di sessismo con Amadeus

Grande show di Fiorello a Sanremo durante la seconda puntata del Festival, che si è aperta con lo showman vestito da Maria De Filippi per rispettare la promessa fatta sul palco durante la serata di apertura della kermesse. Un lungo show che si è concluso con la chiamata della stessa Maria De Filippi. Uno show a tutto tondo per Fiorello che poi è tornato sul palco per il suo intervento tradizionale, con il quale ha continuato a divertire il pubblico.

È un Fiorello in grande spolvero quello che si è presentato sul palco del teatro Ariston, dove ha regalato perle di satira e di ironia che hanno fatto ridere il pubblico a casa e in platea. È una serata storica, questa, per chi segue Sanremo, perché durante la serata si presenteranno sul palco anche i Ricchi e Poveri nella loro formazione originaria, un evento che i loro fan aspettavano da quasi 40 anni. Marina Occhiena e Franco Gatti sono tornati nel gruppo ed è stato scelto proprio Sanremo per onorare questo evento. Al pari del ritorno di Albano e Romina, la reunion dei Ricchi e Poveri ha catalizzato l'attenzione per ciò che questo gruppo rappresenta per la storia della musica italiana.

Fiorello non poteva farsi scappare l'occasione di ironizzare su questo momento così nazional popolare, in un Sanremo segnato dalle polemiche per alcune scelte artistiche che secondo alcuni non sono in linea con quello che è lo spirito sanremese. "Questa sera ci sarà una cosa che aspetto da quando avevo dieci anni: la reunion dei Ricchi e Poveri. E spero che mi diano la possibilità di duettare con loro: Ricchi e Poveri, mi metto i mezzo faccio il reddito di cittadinanza", ha scherzato Fiorello con il suo solito humor dissacrante sull'attualità, mai banale o scontato. La capacità dello showman siciliano è probabilmente quella di riuscire a combinare temi diversi per realizzare battute capaci di colpire lo spettatore in teatro e a casa, seppure nella loro semplicità. Quindi ecco che, nello show di Fiorello, i grandi ascolti della prima puntata del festival di Sanremo diventano occasione di una gag politica con Amadeus: "Ti devo fare i complimenti, 52%, vai con il Pd che hanno bisogno."

Ovviamente, Fiorello non poteva farsi scappare l'occasione di ironizzare sulle tante polemiche della vigilia, soprattutto su quelle di sessismo per la frase infelice, forse mal interpretata di Amadeus durante la conferenza stampa di presentazione del Festival di 20 giorni fa. "Ti ho guardato ieri, sei migliorato, ma Rula, Diletta, le prendevi per mano: è manismo, non si fa più. Poco fa quando ho ricevuto i fiori mi è piaciuto: parità, fiori anche ai maschi, altrimenti c'è fiorismo, perché alle femmine sì e ai maschi no?", ha scherzato Fiorello ricevendo l'ovazione di tutto il teatro. L'ironia e l'autoironia è una delle cifre stilistiche di questo Festival, capace di non prendersi troppo sul serio grazie a Fiorello e ad Amadeus, che riesce a stare al gioco e a cavalcare a suo favore le polemiche.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.