Scheiwiller? Sapeva bene che pesci (d'oro) pigliare...

Formato ridotto e talento ciclopico, Vanni Scheiwiller è stato il più grande piccolo editore del Novecento italiano, studiato e amatissimo anche all'estero peraltro: non si contano mostre dei suoi libri a Parigi, New York, Mosca, San Francisco, Varsavia... ma sempre partendo da Milano, dove nacque (1934), lavorò (con i suoi due marchi editoriali, All'Insegna del Pesce d'Oro, creata dal padre Giovanni nel 1936, e Libri Scheiwiller, fondata nel '77), e morì, nel 1999. E dove lo scorso anno, alla Biblioteca Nazionale Braidense, per i vent'anni dalla morte, ebbe luogo un convegno di cui oggi escono gli Atti. Eccoli: Vanni Scheiwiller editore milanese, a cura di Laura Novati (volume siglato All'Insegna del Pesce d'Oro, non stampato ma scaricabile sul sito wwww.insulaeuropea.eu, già con moltissimi download negli Usa, Canada, Brasile, Germania, Francia, Australia, Giappone...).

Globale nella visone, milanesissimo nelle radici (i suoi amati poeti Fabio Varese e Delio Tessa, la «linea lombarda», gli amici critici Dante Isella e Angelo Stella...), Vanni Scheiwiller - eleganza italica e pragmatismo svizzero - è ancora oggi, per molti, un modello. Studiato nelle università, copiato da tanti Scheiwiller in sedicesimo, ammirato dagli amici. Come Carlo Bertelli, che qui parla del suo stile di vita (niente auto, solo taxi, niente computer, solo penne e carta carbone...) e della sua indipendenza (la battaglia a favore dello scomodo Ezra Pound); o come Laura Novati, che racconta l'eccentricità, l'originalità e l'eccezionalità dello Scheiwiller editore; o come Andrea Kerbaker, che svela l'altro lato dell'editore milanese, cioè i rapporti con la committenza bancaria e aziendale... E poi c'è ancora spazio per Scheiwiller «cronista d'arte» e organizzatore di mostre e giornalista (quando scriveva per il Giornale di Montanelli, dal '74 al '94...). E alla fine ringrazia tutti Alina Kalczynska, la vedova, che ha il tempo di ricordare come Vanni fosse lettore unico della sua casa editrice: «Non pubblicava se non quello che voleva».

Per il resto il convegno e gli Atti testimoniano - ecco l'importante - quanto Scheiwiller potesse essere «piccolo» nelle dimensioni aziendali, ma grandissimo per la sua presenza culturale e i mille interessi. Quanto manca - a tutti - Vanni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.