Serena Enardu nel mirino: dopo il riavvicinamento a Pago le incendiano la macchina

Prima l'annuncio di un nuovo tentativo con Pago, poi la doccia fredda: Serena Enardu ancora vittima di un attentato incendiario

Sono trascorse poche ore da quando Serena Enardu ha annunciato di essersi riavvicinata a Pago. I due hanno alle spalle una storia travagliata, fatta di tantissimi bassi. Davanti alle telecamere si sono lasciati e poi ripresi in due programi diversi. Poi le loro strade hanno nuvamente preso due strade diverse e questa volta sembrava che i loro percorsi si fossero divisi per sempre. Accuse, insulti social e tutto quanto accaduto negli ultimi mesi non lasciava spazio a spiragli. La buona notizia, però, è arrivata quasi a ridosso di un'altra, non altrettanto bella, per l'imprenditrice sarda. Come racconta L'unione sarda, nella notte tra sabato 23 gennaio e domenica 24 gennaio è stata incendiata l'auto di Serena Enardu, che vive stabilmente nella sua città natale, Quartu Sant'Elena, a pochi chilometri da Cagliari.

Quel che preoccupa è che non si tratta del primo atto intimidatorio nei confronti dell'ex concorrente del Grande Fratello Vip. Un attentato incendiario il cui obiettivo era chiaramente quello di distruggere la vettura di Serena Enardu. La scena che si è presentata davanti agli inquirenti già nei primi minuti del loro arrivo era chiara. Non si tratta di un incidente ma di un incendio doloso provocato da un liquido infiammabile versato sulla vettura di Serena Enardu. Chi ha compiuto il gesto è riuscito a dileguarsi velocemente col favore della notte, nonostante l'allarme immediato dato dall'imprenditrice. La vettura si trovava parcheggiata proprio sotto casa della Enardu, che abita in un quartiere residenziale della città della cerchia metropolitana di Cagliari, a breve distanza dal mare.

Data la breve distanza dalla caserma, i Vigili del fuoco hanno impiegato pochi minuti a raggiungere l'abitazione di Serena Enardu ma i danni alla vettura sono comunque stati ingenti. Pochi mesi fa, durante il periodo estivo, Serena Enardu era stata vittima di un episodio simile. Ora le indagini sono state affidate al Commissariato di polizia di Quartu Sant'Elena, che dovrà venire a capo di una situazione non facile. "Buona domenica, che notte di fuoco", ha cercato di sdrammatizzare questa mattina la Enardu sui social network, anche se l'umore goliardico dura giusto il tempo di qualche minuto. L'imprenditrice ha rivolto un appello a tutti i suoi vicini e a chi ha telecamere di sorveglianza nella zona, per consegnare i filmati alla polizia e agevolare in questo modo le operazioni di indagine. "Vi ringrazio di cuore per l'affetto e il sostegno che mi date. Tutto a posto. The show must go on", ha concluso Serena Enardu.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.