Shining, il film che "trascina" tutte le case infestate

Shining è un film cardine del genere horror e, soprattutto, uno degli esempi maggiori del tema delle case infestate. Tema che, in estate, è sempre molto sfruttato

Shining, il film che "trascina" tutte le case infestate

Shining è il film che Stanley Kubrick ha tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King e che andrà in onda questa sera alle 21.33 su Iris. La pellicola ha sempre fatto parlare di sé: da una parte per l'odio tra King e Kubrick, dall'altra per gli "abusi" che la protagonista ha raccontato di aver subito e che le rovinarono la salute. Ma Shining è una pellicola che ha fatto anche la storia del cinema e che soprattutto rappresenta forse l'esempio migliore di quel filone del genere horror riguardante le case e in più in generale i luoghi infestati.

Shining, la trama

Jack Torrance (Jack Nicholson) è un uomo che viene assunto per fare da "guardiano" all'Overlook Hotel, una struttura ricettiva che durante l'inverno non riceve ospiti e rimane isolata a causa delle forti e massicce nevicate. Per l'uomo, da molto tempo disoccupato, si tratta di un'occasione d'oro: prendere bei soldi senza dover fare nulla di troppo faticoso. Inoltre nell'hotel potrà portare anche la sua famiglia e soprattutto avrà tutto il tempo per lavorare al suo romanzo e portarlo a conclusione.

La moglie Wendy (Shelley Duvall) e il figlio Danny (Danny Lloyd) sono entusiasti di seguire Jack in questa nuova avventura. Peccato che ben presto le cose comincino a girare per il verso sbagliato. Danny - che è un bambino che ha il potere della "luccicanza" (shining, appunto) - riesce a percepire e a vedere strane e inquietanti presenze che popolano l'hotel. Le stesse presenze che spingeranno Jack verso la follia esacerbata dall'isolamento, spingendolo a diventare una vera e propria minaccia per la sua famiglia.

Gli horror da vedere in estate: film al cinema

La messa in onda di Shining sul piccolo schermo rientra in quella "tradizione" che spinge molto spesso gli addetti ai lavori del cinema a puntare sul genere horror nei mesi esistivi. Lo dimostrano, ad esempio, due nuove uscite al cinema che sono incentrate proprio sul tema dei luoghi infestati. Il primo è Possession - L'appartamento del diavolo, che è già uscito in sala e racconta gli orrori che una famiglia deve affrontare dopo essersi trasferita in un grande appartamento di Madrid. Il film è liberamente ispirato a una storia vera: nella capitale spagnola, infatti, esisteva un edificio che fu teatro di molti omicidi, alcuni decisamente strani. Come racconta il sito spagnolo Sensacine, infatti, nell'edificio madrileno viveva un sarto che un giorno, di punto in bianco, tornò a casa e uccise la moglie e i cinque figli. Quando chiamò i soccorsi, la voce che parlò con le autorità sembrava quella di un'altra persona, come se il sarto avesse modificato il proprio timbro vocale.

L'altro horror - questo in arrivo nelle sale a partire dal 5 agosto - è La casa in fondo al lago. Ancora una volta lo spettatore si trova davanti al concetto di luogo infestato. Ma per cercare di rendere più originale il racconto scritto da Julien Maury e Alexandre Bustillo, il film porta la cosiddetta casa infestata negli abissi di un lago. Sarà qui che due youtuber appassionati di vlog subacquei andranno alla scoperta di una casa sul fondo del lago, rimasta misteriosamente intatta. La loro avventura, però, si trasformerà presto in un incubo quando si renderanno conto di non essere gli unici ospiti di quel luogo sinistro e spaventoso.

Le case infestate spopolano anche su Netflix e le altre piattaforme

Naturalmente anche le piattaforme streaming come Netflix e Amazon Prime Video sono piene di film e serie tv incentrate sul tema delle case infestate. Su Netflix, ad esempio, è sempre disponibile L'apparenza delle cose, che lo spettatore può vedere quando vuole, dal momento che Netflix utilizza il metodo on demand, per cui è l'utente che sceglie quando far iniziare un film. La storia è quella di una donna (Amanda Seyfried) che lascia la sua casa (e la sua vita) a Manhattan per seguire il marito (James Norton) in un paesino e vivere all'interno di una casa dove è avvenuto un brutale omicidio. Ben presto la donna comprende di non essere sola nella casa né di potersi totalmente fidare dell'uomo che ha sposato.

Su Netflix, però, sono disponibili anche altri classici del genere: come The Others, il film del 2001 diretto da Alejandro Amenàbar che vede Nicole Kidman nei panni di una madre protettiva che vive in un'antica magione di famiglia insieme ai figli che non sopportano la luce del sole. Questa strana famiglia vive dunque in una casa sempre completamente oscurata, dove vige la regola di non aprire una porta se quella alle proprie spalle non è stata chiusa prima. Ma in questo antico castello ben presto si comincia ad avvertire la presenza di qualcun'altro, quegli "altri" che danno il titolo alla pellicola.

The Others è liberamente ispirato a Giro di vite, il libro di Henry James che, a sua volta, ha ispirato anche The hunting of Bly Manor, serie antologica che segue il successo di The hunting of Hill House, storia incentrata su una casa infestata, piena di orrori e incubi che hanno tormentato e traumatizzato un'intera famiglia. Su Amazon prime video, invece, c'è The Conjuring - L'evocazione di James Wan, il primo capitolo della saga cinematografica incentrata sulla (vera) coppia di ricercatori del paranormale Ed e Lorrain Warren, interpretati da Patrick Wilson e Vera Farmiga. Nel film i due protagonisti dovranno aiutare la famiglia Perron, "intrappolata" in un casolare infestato, dove l'orologio ogni notte si ferma alle 3.07 e dove cominciano a verificarsi eventi sempre più strani: dalla temperatura che cala a fotografie che vengono lanciate nel vuoto, passando per la tradizionale sensazione di essere tirati fuori dal letto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti