Simona Ventura non passa lo scanner test

Simona Ventura ha fatto andare in crash lo scanner della rubrica "Fatti e Rifatti" di Striscia la Notizia il Tg satirico in onda su Canale 5

Simona Ventura è stata al centro della rubrica "Fatti e Rifatti" della puntata dell'8 maggio di Striscia la Notizia. Anche perché la popolare conduttrice televisiva è da poco passata da Mediaset alla Rai per condurre il talent show musicale The Voice of Italy.

Simona Ventura, lo scanner di Striscia è cattivissimo

Il servizio di Striscia la Notizia su Simona Ventura parte subito con una frase ad effetto: "Tutti ma proprio tutti i segreti della conduttrice di The Voice of Italy". Dopo questa introduzione il servizio del tg satirico di Canale 5 passa in rassegna diversi momenti della carriera televisiva della Ventura. Dalle apparizioni più datate a quelle più recenti. Ovviamente, Antonio Ricci ha mandato in onda quelli ritenuti più "forti" e divertenti al tempo stesso. Ad esempio, si vede la Ventura che, durante una puntata natalizia, cammina verso la telecamera e dopo essere passata accanto ad un albero di Natale completamente addobato se lo sente cadere a terra sfiorandola e spaventandola.

Ma, poi, si arriva alla prova dello scanner-test. In pratica, il tg satirico accusa la conduttrice di aver fatto ricorso alla chirurgia estetica in modo esagerato. Infatti, i ritocchini della Ventura, secondo Striscia la Notizia, sarebbero talmente tanti da mandare addirittura in crash lo scanner. Il tilt viene commentato in maniera ironica anche da Gerry Scotti che dice: "Lo scanner è confuso".

Secondo il servizio di Striscia, la Ventura si sarebbe rifatto il naso, il seno, le labbra e gli zigomi. Super-Simo, ovviamente, non ha risposto alla provocazione di Striscia la Notizia.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.