"In tv è pieno di fr...": scoppia la lite da Costanzo

Acceso confronto al Maurizio Costanzo Show sui diritti Lgtb. Mauro Coruzzi, alias Platinette, ha sbottato contro l'influencer Tommaso Zorzi

"In tv è pieno di fr...": scoppia la lite da Costanzo

"Basta con questo vittimismo!". Il tema dei diritti Lgbt e dell'imposizione delle quote arcobaleno anche nel mondo dello spettacolo ha infiammato il confronto. Al Maurizio Costanzo Show in onda ieri sera su Canale5, il tema ha acceso un duro botta e risposta tra Mauro Coruzzi, alias Platinette, e l'influencer Tommaso Zorzi. Alle insistenze di quest'ultimo, che denunciava un fantomatico "sistema eterocentrico", ha replicato con veemenza il conduttore radiofonico, anch'egli omosessuale ma contrario alle categorizzazioni forzate di genere.

La discussione tra i due era stata inizialmente innescata dal commento su uno spot tv norvegese che rappresenta un Babbo Natale gay. Coruzzi ha da subito criticato quella rappresentazione, stigmatizzando la volontà di "ritrasformare a immagine e somiglianza di un orientamento sessuale delle categorie che di per sé non richiamano al sesso". Poi ha allargato il discorso e si è lanciato in un'osservazione polemica di carattere generale. "Non mi piace che adesso il mondo cosiddetto Lgbt sia diventato un mercato come tutti gli altri. Nelle piattaforme tu trovi la striscia Lgbt, tutto ciò per dire che ognuno ha dei propri orientamenti sessuali, ma il proprio non deve prevalere su quello altrui. Io non grido tutti i giorni 'non sono omosessuale, sono eterosessuale' ma 'sono un essere umano' punto. Basta con le categorie!", ha esclamato Platinette. Una presa di posizione decisa, che ha riscosso un applauso del pubblico in sala.

Le parole del conduttore radiofonico non sono però piaciute a Tommaso Zorzi, che attualmente su Discovery+ presenta un programma sulle drag queen. L'influencer ha iniziato a scuotere la testa e non si è piu trattenuto quando Platinette ha ripreso il suo discorso, citando il fatto che oggi molte pubblicità vengano appositamente ritrasformate "con coppie omosessuali che si baciano". "Noi per anni siamo stati, tra virgolette, vittime di un sistema eterocentrico, se per una volta uno vuole sbandierare la bandiera Lgbt lasciateglielo fare! Ma che fastidio ti dà", ha commentato Zorzi, affermando invece la necessità di ribadire l'identità omosessuale in un contesto ritenuto ostile. Un'argomentazione che ha fatto spazientire Platinette.

"Ma se la televisione è piena di fr*ci! Ma cosa dici eterocentrica! Basta con questo vittimismo! Siamo ovunque!", ha sbottato Coruzzi. Per placare gli animi è dovuto intervenire lo stesso Maurizio Costanzo. Non era la prima volta che Platinette e Zorzi si scontravano davanti alle telecamere, anche a distanza, peraltro sempre sul tema dei diritti Lgbt.

Commenti