Spettacoli

"Spettacolo indegno". Rocco Hunt costretto a fermare il concerto in Calabria

Gruppo elettrogeno insufficiente per supportare l'impianto audio e luci del concerto: Rocco Hunt si scusa col pubblico di Savelli

"Spettacolo indegno". Rocco Hunt costretto a fermare il concerto in Calabria

Disavventura inaspettata per Rocco Hunt il 14 agosto a Savelli, in provincia di Crotone. Il rapper si trovava sul palco per una delle esibizioni del suo tour ma il concerto è stato annullato a pochi minuti dall'inizio a causa di insuperabili problemi tecnici. Sono state numerose le persone che si sono riversate sul prato dell'impianto sportivo del piccolo comune calabrese per assistere al concerto di uno dei rapper più importanti della scena italiana e nessuno poteva immaginare quello che poi è successo. Rocco Hunt ha provato per tre volte a cominciare il concerto ma senza successo, tanto che alla fine è stato costretto a rinunciare e a scusarsi con le persone che erano arrivate lì per lo spettacolo.

"Ero lì dietro a cercare di trovare una soluzione a questo problema, che purtroppo non dipende né da me né dal mio staff. Siamo venuti qua, ci siamo fatti 5 ore di macchina per venire a suonare a Savelli, ed eravamo orgogliosi di suonare in Calabria, di offrire una data del mio tour a tutti voi che siete miei fan, che avete pagato per venire ad ascoltare questo concerto", ha detto Rocco Hunt rivolgendosi al pubblico. Il giovane rapper ha scelto la strada dell'estrema trasparenza, senza nascondersi dietro un dito, per spiegare al pubblico il motivo per il quale è stato costretto ad annullare il concerto, senza possibilità di recuperare e di regalare al pubblico lo spettacolo per il quale avevano pagato il biglietto. "Purtroppo il gruppo elettrogeno non supporta il concerto, non mi è mai successa in vita mia una situazione del genere. Sono mortificato, ero qui dietro aspettando una soluzione, ma purtroppo la soluzione tecnica non c'è. Ho fatto lo spettacolo in 35 città prima di venire qua e non mi era mai capitata una cosa così", ha detto mortificato Rocco Hunt.

Nonostante la comprensibile rabbia, il pubblico ha compreso la situazione nella quale si è trovato il rapper e lo ha applaudito, anche in segno di riconoscenza per la sua sincerità. "Non sono cose che dipendono da noi, quindi adesso aspetterò. Però risalire qui sopra, fare una canzone e far stoppare di nuovo l'impianto, rischiamo di bruciare gli strumenti, rischiamo di fare dei danni anche ai ragazzi della mia band. Non se lo meritano, non ve lo meritate e non me lo merito io questo spettacolo indegno", ha detto Rocco Hunt, lasciando trasparire la data per il lavoro andato in fumo. E, come se non bastasse, mentre salutava il pubblico, l'impianto elettrico è saltato per l'ennesima volta.

In una nota, il Comune di Savelli ha espresso la sua estraneità ai fatti: "L'amministrazione comunale tiene a precisare che l'interruzione del concerto di Rocco Hunt è stata causata da problemi tecnici legati all'agenzia organizzatrice. È già in contatto con la produzione per riuscire a organizzare un eventuale data di recupero. Si attiverà, eventualmente, ad adire per vie legali tutelando i propri e i vostri interessi".

Commenti