Telefonate e appostamenti sotto casa dell'ex. Ricky Martin accusato di violenza domestica

L'uomo ha presentato una denuncia richiedendo un ordine di restrizione contro la popstar, che lo avrebbe seguito e pedinato dopo la fine della loro relazione

Telefonate e appostamenti sotto casa dell'ex. Ricky Martin accusato di violenza domestica

Nuovi guai giudiziari per il cantante Ricky Martin. Dopo la citazione in giudizio da parte della sua ex manager - che gli chiede tre milioni di dollari per commissioni mai pagate - il cantante portoricano è stato raggiunto da un ordine di restrizione. La popstar è stata accusata di violenza domestica e stalking da parte di un ex fidanzato, che ha sporto denuncia contro di lui in tribunale, sostenendo di "temere per la propria sicurezza".

Secondo quanto riportato dal quotidiano portoricano El Vocero, l'uomo che ha presentato la denuncia avrebbe raccontato di avere avuto una relazione con Enrique José Martin Morales, meglio conosciuto come Ricky Martin, per sette mesi anche se la popstar risulta sposata dal 2017 con l'artista siriano Jwan Josef. Quando la relazione sarebbe arrivata al capolinea circa due mesi fa, però, il cantante non avrebbe preso bene la separazione e si sarebbe addirittura appostato sotto casa dell'ex. "Non accetta la separazione. Lo chiama spesso. Inoltre, il firmatario lo ha visto gironzolare intorno alla sua residenza in almeno tre occasioni. Il firmatario teme per la sua incolumità", si legge nell'atto di denuncia.

Il presunto ex compagno della popstar portoricana si sarebbe così recato direttamente in tribunale - senza interpellare la polizia - per sporgere una denuncia ai sensi della legge 54 per violenza domestica. Così è scattato l'ordine restrittivo a carico di Ricky Martin, che gli vieta di contattare o chiamare l'ex e di avvicinarsi alla sua abitazione "per molestare, intimidire, minacciare o in qualsiasi altro modo interferire con la parte richiedente".

L'ordine è stato firmato dal giudice Raiza Cajigas Campbell e la prima udienza si terrà a Porto Rico a fine luglio alla presenza di entrambe le parti. Mentre l'identità dell'uomo che ha sporto denuncia rimane ancora sconosciuta, le autorità di Porto Rico hanno fatto sapere di non avere ancora consegnato l'ordinanza a Martin, che al momento risulta irrintracciabile. Il suo portavoce, però, ha rigettato ogni accusa, sostenendo che in tribunale il cantante proverà la sua innocenza. "Le accuse contro Ricky Martin, che portano a l'ordine di protezione, sono completamente false. Siamo sicuri che quando i fatti veri verranno alla luce in questa materia, il nostro cliente Ricky Martin sarà completamente vendicato", ha dichiarato il legale dell'artista in una nota inviata a El Vocero.

Poche ore dopo è arrivata anche la dichiarazione ufficiale di Martini, che ha affidato a Twitter: "Affronterò il processo con la responsabilità che mi caratterizza. Poiché si tratta di una questione legale in atto non posso esprimermi liberamente. Apprezzo gli innumerevoli segni di solidarietà e vi ringrazio con tutto il cuore". Martin è atteso davanti ai giudici di Porto Rico il prossimo 21 luglio.

Commenti