Tutto quello a cui Harry e Meghan hanno rinunciato con la Megxit

Per ottenere la libertà dai doveri della royal family Harry e Meghan hanno dovuto rinunciare a molti privilegi che oltre al prestigio possiedono un valore economico rilevante

Tutto quello a cui Harry e Meghan hanno rinunciato con la Megxit

Come tutti noi Harry e Meghan non si aspettavano di dover fare i conti con una pandemia in grado di farci cambiare vita nel giro di poche settimane. Di certo i Sussex non avevano calcolato di dover rimandare i progetti su cui lavorano da mesi e che dovrebbero garantire loro la tanto sospirata indipendenza economica. Non deve essere stato facile accettare l’idea di dover posticipare a un futuro piuttosto incerto idee e i piani che valgono parecchie sterline (o dollari, se vogliamo “adeguarci” al nuovo trasferimento dei duchi a Los Angeles).

La nuova vita di Harry e Meghan si sta rivelando più difficile del previsto. Prima il veto della regina Elisabetta sul marchio Sussex Royal, una decisione che la coppia forse non si aspettava e che ha impedito la monetizzazione del brand. Poi l’abbandono del profilo Instagram ufficiale. Ora la diffusione globale del coronavirus. Harry e Meghan hanno lasciato un porto sicuro, cioè Buckingham Palace, per navigare nel mare dell’incertezza, forse non tenendo seriamente conto dei brutti tiri che a volte il destino gioca. Cosmopolitan ha elencato tutti i privilegi a cui i duchi di Sussex hanno rinunciato quando la porta di Frogmore Cottage si è chiusa alle loro spalle.

Per prima cosa Harry e Meghan non viaggeranno più per conto della Corona britannica. Questo significa non avere più la possibilità di intraprendere royal tour completamente spesati nei più bei luoghi del Commonwealth e non solo. Niente più visibilità planetaria (ma questo non è un problema per la coppia, che non rischia di passare inosservata). Il principe Harry e sua moglie avrebbero potuto sfruttare il loro ruolo di corte per patrocinare associazioni benefiche, far sentire la loro voce, essere ascoltati. Certo, tutto questo possono farlo ancora, ma il peso dei loro interventi rischia un certo ridimensionamento.

Harry e Meghan hanno chiesto l’indipendenza economica e sono stati accontentati. Ciò significa non percepire più i soldi che arrivano dal Sovereign Grant, cioè i fondi che finanziano la vita e gli impegni dei membri della royal family. Per ora, come sostiene il Daily Mail, è il principe Carlo che sta “foraggiando” suo figlio con ben 2 milioni di sterline al mese e a quanto pare continuerà a farlo per il primo anno della nuova vita dei Sussex. Il principe Harry ha perso i gradi militari, ovvero ciò a cui teneva di più. Per il duca di Sussex la divisa è sempre stata parte integrante della sua personalità, ma la sovrana gli avrebbe imposto di rinunciarvi in cambio dell’indipendenza. Harry era anche Capitano dei Royal Marines, carica militare ereditata dal principe Filippo nel 2017. I tabloid sono quasi certi che questo titolo passerà alla principessa Anna.

Harry e Meghan disponevano anche di un ufficio e di uno staff a Kensington Palace, entrambi condivisi con William e Kate. Poi le due coppie decisero di lavorare separate e con personale distinto. I Sussex trasferirono il lavoro a Buckingham Palace, ma neanche lì funzionò. Ora la coppia non può più contare né sulla sede reale, né sulle risorse, a cui ormai sono state affidate altre mansioni. Inoltre nessuno vuole più pagare per la sicurezza di Harry e Meghan. Questa è la questione più spinosa e forse il privilegio più importante a cui i duchi hanno dovuto rinunciare. La Gran Bretagna non provvederà alle spese della security, il Canada non ha mai voluto farlo e gli Stati Uniti hanno già fatto sapere, attraverso il presidente Donald Trump, di non avere alcuna intenzione di intromettersi nella faccenda. Harry e Meghan dovranno fare da soli.

L’argomento della sicurezza ha molto a che vedere con la presenza dei paparazzi. Quando i Sussex erano protetti dalla royal family, potevano contare sulle testate del Royal Rota, cioè quei giornali che avevano l’esclusiva degli eventi reali, ma avrebbero evitato i gossip. Come sappiamo i reali inglesi sono comunque oggetto di pettegolezzi più o meno fondati, ma adesso Harry e Meghan non hanno più alcun tipo di protezione. Per esempio, non possono più evitare che una foto sgradita esca sui giornali. Come membri senior dei Windsor, invece, avrebbero potuto ostacolarne la pubblicazione, o almeno tentare di farlo. Harry e Meghan dovranno trovare un equilibrio nuovo, sempre che non decidano di fare un nuovo passo indietro e tornare a Londra.

Commenti