Un'altra Rowling in un altro mondo oscuro

Sì, certo, tutti vorrebbero che scrivesse un altro Harry Potter, però nel frattempo J.K. Rowling non ci lascia all'asciutto

Un'altra Rowling in un altro mondo oscuro

Sì, certo, tutti vorrebbero che scrivesse un altro Harry Potter, però nel frattempo J.K. Rowling non ci lascia all'asciutto e, dopo L'Ickabog, ha dato alle stampe un nuovo libro della saga di Cormoran Strike, il detective di cui scrive, dal 2013, con lo pseudonimo di Robert Galbraith. Da anni sappiamo che dietro questo pseudonimo maschile, scelto perché da piccola J.K. sognava di chiamarsi Ella Galbraith («e non ho idea del perché» ha specificato), si nasconde la Rowling, e da altrettanto tempo gli appassionati sanno che i suoi «gialli» (diventati anche una serie tv) non c'entrano con il mondo di Hogwarts: la somiglianza è nulla, a parte l'addentrarsi in un mondo oscuro e a parte il fatto che, come sempre, l'autrice/autore mostra la consueta maestria nel trascinare il lettore in una storia e portarlo fino in fondo, con una scrittura che molti baratterebbero in cambio di un braccio, e che poco ha a che vedere con quella di Harry Potter o del Seggio vacante, il che è soltanto l'ennesima prova della sua bravura. Quindi non bisogna spaventarsi per le mille e centoquattro pagine di Sangue inquieto, da oggi in libreria, pubblicato come sempre da Salani (euro 24,90): oltretutto, J.K. Rowling ha detto che questo quinto volume dedicato alle avventure di Cormoran Strike e della sua socia Robin è il suo preferito. «Finora», ha aggiunto, perché sta già scrivendo il sesto: «Non ho intenzione di smettere a breve... Essere Robert Galbraith è puro piacere per me, perciò, finché avrò delle trame, andrò avanti». Ecco quindi l'ex militare Strike alle prese con il passato nella sua Cornovaglia (come nel brano iniziale del libro, che qui proponiamo per gentile concessione dell'editore Salani) e con una donna scomparsa nel 1974: un cold case complicato e inquietante, che potrebbe essere collegato all'esoterismo e ai delitti di un serial killer...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti