Wanda Nara a Chiambretti: “Sesso prima della partita con Icardi? Dovrei provare”

Intervista lunga e ricca di contenuti per Wanda Nara a La Repubblica delle donne, dove ha parlato dell'Inter, del rapporto sotto le lenzuola con Mauro Icardi e della rottura con Maxi Lopez, oltre che del suo approccio al mondo del calcio

Sarà una settimana impegnativa quella di Wanda Nara, che in pochi giorni sarà ospite di Piero Chiambretti a La Repubblica delle donne e di Silvia Toffanin a Verissimo. La moglie di Mauro Icardi parlerà per la prima volta della decisione di suo marito di lasciare l'Italia per giocare in Francia, svelerà alcuni retroscena della sua vita matrimoniale e non solo.

Mentre Icardi vive a Parigi, per il momento Wanda Nara ha scelto di continuare a stare in Italia. "Io vivo ancora a Milano. Vediamo quale sarà la cosa migliore per la carriera di Mauro . L'ultimo giorno di calciomercato è arrivata questa opzione del PSG alla quale abbiamo subito detto sì", ha detto Wanda Nara ai microfoni di Silvia Toffanin. La partenza di Mauro Icardi dall'Inter sembrava non essere più possibile, nonostante i dissapori tra giocatore e dirigenza. A tal proposito, la bionda argentina da Piero Chiambretti non ha risparmiato una frecciatina velenosa al club nerazzurro: "Non lo so chi sia stato a cacciarlo: è stata una cosa che è andata bene a tutti. Lui è andato in una squadra migliore e più importante. Tutti sanno che il PSG è uno dei club più importanti del mondo."

Nonostante questo, Wanda Nara ha un bellissimo ricordo del periodo in nerazzurro di suo marito, anche dei tifosi. Non sono mancate le critiche a Mauro Icardi quando il giocatore ha iniziato ad avere i primi problemi con la squadra, ma a La Repubblica delle donne Wanda Nara ci tiene a difendere la tifoseria: "L’interista vero di cuore sa che noi siamo stati sempre dalla parte della squadra. E anche questa scelta di andare a Parigi è stata fatta anche per non tradire i neroazzurri." Il mondo del calcio è inequivocabilmente ancora a prevalenza maschile e la presenza di Wanda Nara come procuratrice, unica donna attiva in questo settore in Italia, ne ha in un certo senso scompensato gli equilibri. C'è molto scetticismo attorno alla sua figura: "Si deve cambiare questa cosa. Nel 2020 non si possono sentire queste cose sulle donne, siamo tutti uguali e pensiamo tutti alla stessa maniera. Noi donne spesso siamo sottovalutate ma è ora di cambiare."

Con Piero Chiambretti, Wanda Nara si lascia andare anche a dichiarazioni piccanti, prendendo spunto dai consigli sessuali forniti da Antonio Conte ai suoi giocatori. "Dovrei provarlo a farlo prima della partita ma Mauro è molto professionale e prima di giocare non fa niente. Solo dopo il match se è andato bene, perché se la gara va male non mi vuole neanche vedere", ha detto la bombastica argentina, rivelando un comportamento esemplare di Icardi per preservare la sua condizione fisica.

Sulla scia di queste dichiarazioni, a La Repubblica delle donne, Wanda Nara ha voluto fare chiarezza sul rapporto con Mauro Icardi e con il suo marito Maxi Lopez, smentendo e mettendo a tacere le voci di un tradimento. Lei e l'ex capitano dell'Inter hanno iniziato la loro relazione solo dopo che la donna aveva lasciato Lopez. Al termine del loro matrimonio, la Nara tornò a vivere in Argentina con i tre bambini, all'epoca molto piccoli e dovette ricominciare una vita da zero. "Non è stato facile tornare in Argentina e iniziare tutto da capo. Per me aver trovato trovare una persona come Mauro, che era giovanissimo, è stato importante: non è stata una scelta solo per me, l’ho scelto anche perché lui amava già i miei bambini", ha detto Wanda Nara a Chiambretti.

A proposito dei suoi bambini, la bionda argentina ha raccontato che il figlio più grande è tifoso interista da prima che lei conoscesse Mauro: "Non posso dire a un bambino che va a scuola a Milano di non indossare una maglia per non infastidire Lopez. Penso che Maxi debba essere orgoglioso che io abbia scelto una persona che ama i nostri bambini." Dalla Toffanin, infine, ha svelato come hanno vissuto in famiglia l'uscita dalla Champions League dell'Inter: "Mio figlio ha pianto come tante altre volte. Noi siamo ancora dell'Inter, Mauro ha un contratto con i nerazzurri."