Berrettini è re di Stoccarda: battuto Murray due set a uno

6-4, 5-7, 6-3sono questi i parziali con cui Berrettini ha avuto la meglio su Andy Murray nell'Atp di Stoccarda. Grande prova dell'azzurro contro un grande avversario

Berrettini è re a Stoccarda: battuto Murray due set a uno

Matteo Berrettini si conferma molto bravo sull'erba. Il tennista romano ha vinto, per la seconda volta in carriera, il torneo di Stoccarda battendo in finale il "fab four" Andy Murray per due set a zero con il punteggio di 6-4, 5-7, 6-3 in circa due ore e mezza di gioco. Sesto titolo in carriera per Berrettini che torna a vincere un torneo a distanza di un anno dall'ultima volta quando vinse sull'erba londinese del Queen's.

Re di Stoccarda

Berrettini aveva già vinto a Stoccarda nel 2019 e oggi ha concesso il bis a distanza di tre anni vincendo una partita difficile contro un tennista esperto come Andy Murray capace di vincere tre Slam, 46 titoli in carriera e due medaglie d'oro ai giochi olimpici. Berrettini non ha mai tremato, ha condotto una partita seria dal primo all'ultimo punto ed ha vinto con merito contro un avversario che ha disputato un ottimo torneo dimostrando di essere tornato su buoni livelli nonostante i 35 anni.

L'azzurro ha vinto dunque il suo sesto torneo dopo Gstaad nel 2018, Budapest e Stoccarda nel 2019, Belgrado eQueen's conquistati nel 2019. Il tennista romano si conferma però molto confidente sull'erba e sogna di bissare la finale di Wimbledon, conquistata e persa nello scorso anno contro Novak Djokovic che si impose con un severo 6-7, 6-4, 6-4, 6-3. Ora ci saranno ancora due settimane prima del prestigioso torneo inglese ma Berrettini ha dato un messaggio ai suoi avversari: Matteo si candida per mettere il suo primo sigillo sull'erba di Londra e in uno Slam.

L'andamento della partita

Dopo i primi due game interlocutori, Berrettini prende in mano le redini del match nel terzo game strappando la battuta a Murray. L'inglese prova e riprova a restare in partita con il tennista azzurro che però non sbaglia un colpo, soprattutto al servizio che oggi ha funzionato davvero alla perfezioni. Nel secondo set regna l'equilibrio totale fino al dodicesimo game dove Berrettini ha un brutto passaggio a vuoto subito sfruttato da Murray che chiude in suo favore il parziale per 7-5. Nel terzo set, però, l'azzurro ruba subito la battuta al suo avversario nel primo gioco e lo porta avanti fino al nono gioco in cui Berrettini strappa ancora la battuta al suo avversario che vale la conquista del set e delle partita da parte del tennista azzurro.

Commenti