Caso Higuain alla Juventus: il club pronto a rescindere il contratto?

Higuain si trova ancora in Argentina per stare al fianco della madre malata di cancro. Se non dovesse tornare in Italia, la Juvenus potrebbe anche chiedere la rescissione unilaterale del contratto

Caso Higuain alla Juventus: il club pronto a rescindere il contratto?

Gonzalo Higuain sta vivendo uno dei momenti più delicati della sua carriera ma anche della sua vita privata. Il Pipita è volato in Argentina lo scorso 19 marzo con la famiglia al seguito per stare vicino alla madre malata di cancro che si sta sottoponendo ormai da tempo a pesanti sedute chemioterapiche. Il 32enne argentino è partito con un volo privato in piena notte scatenando alcune polemiche per aver "violato" la quarantena. In realtà l'ex attaccante di Napoli e River Plate aveva richiesto e ottenuto l'autorizzazione da parte della Juventus a partire anche perché il suo tampone per verificare la positività o meno al coronavirus era risultato negativo.

L'attacco del fratello e della madre

Il calciatore della Juventus non ha proferito parola in questa settimana mentre il fratello Nicola aveva attaccato pesantemente sui social network tutti coloro che avevano attaccato il fratello ma senza conoscere la situazione familiare in casa Higuain. "Nostra madre lotta contro il cancro da quattro anni e continua a farlo ora, senza smettere la sua battaglia. Chiediamo un poco di rispetto e considerazione. E silenzio", le parole al veleno del fratello del Pipita.

Anche la diretta interessata, la signora Nancy Zacarias, qualche giorno dopo aveva voluto dire la sua dalla sua pagina ufficiale di Instagram: "Detesto i furbi. C’è tanta manipolazione, tanta gente che vuole colpire per far male. Quando c’è dolore, quando ci sono problemi nella vita, lì ci rendiamo conto che la cosa più grande è poter vedere il sole ogni mattina".

Il Pipita resta in Argentina

Qualche giorno fa si sono rincorse una serie di voci in Argentina secondo cui Higuain pare non voglia far ritorno a Torino per via delle condizioni di salute della madre malata ma anche per la paura di contrarre il coronavirus, con l'Italia uno dei paesi più colpiti in tutto il mondo. Il suo contratto con il club bianconero scadrà il 30 giugno del 2021 e a prescindere da tutto sembra difficile che nella prossima stagione vesta ancora la maglia bianconera.

Scoppia il caso Higuain?

Qualche straniero della Juventus è già rientrato alla base come Miralem Pjanic, altri come Cristiano Ronaldo, Douglas Costa e appunto Gonzalo Higuain non hanno fatto ancora rientro a Torino con il club bianconero che non ha ancora comunicato una data ufficiale ai propri tesserati per il rientro in Italia. Secondo quanto riporta Sportmediaset alla Continassa sta tenendo banco il caso Higuain dato che si parla di una possibile rescissione del contratto in scadenza come detto il 30 giugno del 2021.

Le ipotesi sul piatto sono tre: tornare in Italia terminando così la stagione e poi decidere insieme il futuro a fine anno, molto probabilmente lontano da Torino, non rientrare in Italia cercando però un accordo con la Juventus oppure arrivare allo scontro frontare con la Juventus che richiedere la rescissione unilaterale dell'accordo per per inadempienza contrattuale. In questo caso l'ex River Plate dovrebbe rinunciare a circa 10 milioni di euro tra questa e la prossima stagione.

Il tutto però è ancora in bilico dato che né la Juventus né Higuain hanno preso posizione. Di certo c'è che l'anno prossimo ci potrebbe essere un nuovo attaccante alla corte di Maurizio Sarri che prenderà proprio il posto del Pipita: Arkadiusz Milik, Mauro Icardi, Gabriel Jesus e tanti altri sono i nomi che stuzzicano la fantasia del direttore sportivo Fabio Paratici con l'ex capitano dell'Inter e l'attuale centravanti del Napoli più avanti rispetto ai concorrenti.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Grazie per il tuo commento