Dani Alves svela il retroscena: ''Ecco perché lasciai la Juve...''

Il difensore brasiliano torna a parlare del suo addio alla Juve: ''Mi dissero che avrebbero cambiato gioco ma non era vero''

Dani Alves svela il retroscena: ''Ecco perché lasciai la Juve...''

''Ho lasciato la Juve perché mi avevano detto che avrebbero cambiato modo di giocare, ma non era vero'' Dani Alves svela così i motivi del suo addio alla Juventus.

La Juve ancora nella testa. Dani Alves ritorna a parlare della sua avventura bianconera a quattro anni da quel misterioso addio. Adesso a quasi 38 anni milita nelle fila del San Paolo, dopo aver collezionato trofei in giro per l'Europa con le maglie di Barcellona, Juve e Psg. Un solo anno trascorso a Torino, con un ruolino personale di tutto rispetto: 6 gol e 7 assist in 33 presenze complessive, con tanto di due reti decisive nella fase ad eliminazione diretta della Champions League, messe a segno contro Porto e Monaco. Un'annata agrodolce quella 2017, che vide i bianconeri conquistare lo scudetto e la Coppa Italia prima della sconfitta nella maledetta finale di Cardiff contro il Real Madrid di Cristiano Ronaldo. Sembrava l'inizio di una lunga avventura ma non tutto andò verso il senso giusto. Così quando a fine stagione il terzino brasiliano risolse il suo contratto con la Juve dopo appena una stagione furono in molti a rimanere sorpresi.

Il retroscena

Al momento della cessione l'ex calciatore del Barcellona non scese nei dettagli sui motivi della brusca separazione, salvo poi tornare sulla questione un paio di anni dopo: "Mi sono sentito ingannato da quando non ho ottenuto ciò che mi era stato promesso. E questa è la peggior sensazione che ci sia. Non è stato piacevole, anzi. Ho sentito che mi hanno deluso ed è solamente per questo che ho lasciato la Juventus. Ma siccome rispetto molto la storia del club e non volevo rovinare le amicizie, ho preferito andarmene''. Parole criptiche, che il brasiliano chiarisce oggi, aggiungendo un altro particolare, ovvero la ragione, a suo dire dell'addio al club bianconero. L'occasione gliela offre la domanda di un tifoso della Juve, cui Dani Alves risponde con una story su Instagram: "Perché ho lasciato la Juventus? Perché mi dissero che avrebbero cambiato lo stile di gioco e non era vero".

Il rapporto con Allegri

Evidentemente fu decisivo lo stile di gioco di Massimiliano Allegri, che all'epoca chiudeva la sua terza stagione alla Juve e poi utilizzò in quella posizione prima Cuadrado e poi Cancelo. Tuttavia il tecnico livornese lo aveva elogiato nella recente intervista a Sky Sport raccontando un curioso aneddoto: ''Eravamo a Napoli a giocare la semifinale di Coppa, dovevamo portare a casa la partita visto che mancava poco. Dani Alves mi disse che voleva andare a uomo su Insigne perché era l’unico azzurro che ci stava creando qualche problema. A quel punto gli ho dato il mio ok. Anche io ho imparato dai grandi giocatori. Quando giocammo col Barcellona andammo a uomo su Neymar ricordando questa esperienza''.

Segui già la pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti