Formula Uno, si accende il mercato piloti: Vettel-Hamilton le situazioni spinose

La stagione di Formula Uno non è ancora partita e già si parla del mercato piloti in vista del 2021. Vettel è a un bivio in Ferrari, Hamilton cambierà aria?

La Formula Uno avrebbe dovuto prendere il via il 15 marzo con il gran premio di Melbourne ma la grave pandemia da coronavirus che ha travolto il mondo intero ha portato all'annullamento del gp d'Australia, allo slittamento di altre gare e all'annullamento anche di quello di Montecarlo, che per la prima volta dal 1954 non si terrà. In questo momento conta solo la salute di tutti e i piloti l'hanno ribadito a più riprese: si tornerà a correre se e solo se la situazione sarà nuovamente sotto controllo in giro per il mondo altrimenti anche la stagione di Formula Uno potrebbe saltare clamorosamente.

Questa è un'ipotesi che Liberty e la Fia vogliono scogiurare con Chase Carey, patron della Formula Uno, che ha spiegato: "Riconosciamo che esiste una possibilità significativa di avere ulteriori rinvii per gli eventi attualmente in programma. Tuttavia noi e i nostri partner ci aspettiamo che la stagione inizi ad un certo punto quest'estate, con un calendario rivisto di 15-18 gare. Al momento nessuno può essere certo di quando esattamente la situazione migliorerà, ma migliorerà e quando lo farà saremo pronti per tornare a correre. Siamo tutti impegnati per dare agli appassionati una campionato nel 2020".

Il mercato piloti

In questo clima di incertezza più assoluta anche il mercato piloti assume delle sfumature importanti con Sebastian Vettel in scadenza di contratto con la Ferrari. Il tedesco di gioca gran parte del suo futuro in questa stagione con il team principal del Cavallino Mattia Binotto che ha apertamente dichiarato come l'ex Red Bull, quattro volte campione del mondo, giocherà una partita importante contro i suoi rivali della Mercedes Lewis Hamilton e Valterri Bottas ma anche contro il giovane e scalpitante Charles Leclerc con cui l'anno passato si sono vissuti attimi di tensione palesi e che non hanno portato al bene per la Ferrari.

Solo la conquista del mondiale piloti, che per lui sarebbe la quinta volta, potrebbe salvarlo e convincere la Ferrari a puntare ancora su di lui nel 2020. La certezza è invece Charles Leclerc al suo secondo anno con la rossa e che ha tutte le intenzioni di stupire e magari piazzare la sorpresa. La Ferrari sta comunque sondando il terreno con altri piloti anche perché Vettel va per i 33 anni ed è in bilico. Recentemente pare sia stato offerto il rinnovo di una stagione e a cifre ridimensionate ma ancora non c'è l'ufficialità e dunque resta tutto un po' aleatorio. Vettel e la Ferrari sono dunque davanti al bivio: andare avanti insieme o dirsi addio ma molto dipenderà da come andrà la stagione.

La Red Bull è ampiamente coperta dopo il rinnovo di Max Verstappen ma nel 2021 ci potrebbe anche essere la possibilità di poterlo vedere di nuovo con quella monoposto che gli ha permesso di vincere quattro titoli mondiali. Ad oggi sono discorsi prematuri ma questo mercato piloti assume contorni interessanti anche per la Mercedes che potrebbe perdere Lewis Hamilton soprattutto se riuscirà a vincere il settimo titolo mondiale eguagliando il grandissimo Michael Schumacher. Il 35enne inglese ha voglia di dimostrare di essere ancora il più forte: la tentazione Ferrari è forte soprattutto perché poi il suo ritiro non sarà troppo lontano e riuscire a laurearsi campione del mondo anche con la casa di Maranello lo metterebbe veramente in cima alla storia della Formula Uno.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Mer, 01/04/2020 - 14:26

Fossi Hamilton ci penserei a lungo prima di affrontare un confronto diretto con un Leclerc che già lo ha malamente battuto più volte. Spa e Monza dell'anno scorso non sono di certo un bel ricordo per Hamilton!!!