Gruppo B: a mezzanotte esordio del Cile contro l' Australia

L'ultima gara di oggi in termini di orario è la seconda del girone B che si gioca alle 24,00 al Cuiabà, nell'Arena Pantanal. Le due squadre che rivestono il ruolo di outsider vogliono comunque esordire bene nel Mondiale. Possibile per il Cile l'impiego dello juventino Vidal. Partita diretta da un arbitro della Costa d'Avorio, Mr. Doue.

Vidal pronto al rientro

Difficile non considerare il girone B come uno dei più difficili del Mondiale vista la presenza del Cile di Vidal e Sanchez, oltre che di Spagna ed Olanda.

La nazionale sudamericana inizia la sua avventura stasera affrontando l'Australia, che sulla carta dovrebbe rappresentare la compagine più debole dell'intera rassegna, avendo il ranking più basso tra le 32 squadre qualificate alla fase finale. Il tecnico della "Roja" ha, però, voluto sottolineare come Arturo Vidal sia recuperato completamente dopo l'operazione al ginocchio, ma naturalmente non abbia ancora nelle gambe molti minuti di gioco e quindi non è dato sapere se verrà schierato sin dall'inizio. E' chiaro che, come ha evidenziato lo stesso CT cileno Sampaoli, rinunciare ad un giocatore del valore del centrocampista juventino non è facile, ma il Cile deve guardare anche ai prossimi impegni, sicuramente più complessi rispetto a quello di stasera.

La formazione di Sampaoli scenderà in campo con il 3 – 4 – 1 – 2 divenuto da tempo lo schema base della "Roja" e non si deve dimenticare che anche senza Vidal, la squadra cilena ha comunque un attacco guidato da Alexis Sanchez, giocatore che molte big europee stanno cercando di strappare al Barcellona. Accanto a lui Edu Vargas che, dopo la parentesi negativa in maglia Napoli, ha trovato un'ottima collocazione nelle file del Valencia dove si è rilanciato. Isla, altro "italiano" dovrebbe essere il titolare per la fascia destra del centrocampo, che ha i suoi punti fermi in Gutierrez e Diaz. In porta confermato Bravo.

L'Australia presente al mondiale brasiliano sembra più debole rispetto al recente passato. I due giocatori di maggiore rendimento, Cahill e Bresciano, erano già presenti nell'edizione 2006 in Germania ed hanno raggiunto la soglia dei 34 anni. Il CT di origini greche Angelos Postecoglu scende pertanto in campo con uno schema ultra difensivo 4 – 5 – 1 con Cahill che è costretto ad inventarsi punta solitaria per l'infortunio che ha colpito Kennedy. Tra i giovani in campo sicuramente Tommy Oar, mentre potrebbe partire in panchina Halloran. I "Canguri" non hanno avuto un buon sorteggio, ma oggi è forse l'unica occasione disponibile per raggranellare qualche punto e non devono lasciarsela sfuggire.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.