Sport

L'Italia del calcio gongola: l'Inter batte 1-0 il Barcellona, il Napoli ne fa 6 all'Ajax

La rete di Calhanoglu ha permesso all'Inter di mandare al tappeto il Barcellona di Xavi. Segnali di riscossa per la squadra di Simone Inzaghi? Napoli straripante: vince 6-1 in casa dell'Ajax

L'Italia del calcio gongola: l'Inter batte 1-0 il Barcellona, il Napoli ne fa 6 all'Ajax

L'Inter di Simone Inzaghi rialza la testa in Champions League e lo fa benissimo contro il Barcellona di Xavi battuto per 1-0 grazie alla rete di Hakan Calhanoglu sul finire del primo tempo. I nerazzurri dopo la sconfitta immeritata contro la Roma di José Mourinho hanno giocato una buona partita, la migliore stagionale, contro i blaugrana che hanno tenuto a lungo il possesso palla ma senza impensierire più di tanto la difesa di Simone Inzaghi che ha concesso davvero poco in questa sfida di San Siro ad un avversario tecnicamente più forte.

L'Inter tiene così inviolata la porta dopo aver subito 15 gol tra campionato e Champions League nelle precedenti 10 partite e deve anche ringraziare il Var che ha salvato due volte i nerazzurri: la prima , giustamente, al 66' sul gol annullato a Pedri per il precedente tocco di mano di Ansu Fati, la seconda situazione invece non troppo chiara visto che sul presunto tocco di mano di Dumfries, in area al 91', le immagini non aiutano a capire se arbitro e Var abbiano preso la decisione giusta. Con questa vittoria meritata l'Inter sale a quota 6 punti nel proprio girone, a meno tre dal Bayern Monaco capolista (vittorioso per 5-0 contro il Viktoria Plzen). Terzo il Barcellona a quota 3, ultimi i cechi a quota 0.

Nel prossimo turno i nerazzurri andranno a giocare al Camp Nou e vince vorrebbe dire qualificarsi matematicamente agli ottavi di finale di Champions League ma anche pareggiare non sarebbe un brutto risultato vista la difficoltà del girone. Questa partita potrebbe essere stata la svolta per i nerazzurri che dovranno iniziare a vincere anche in campionato dopo 4 sconfitte messe insieme nelle prime otto giornate e con la vetta lontana già otto punti: i ragazzi di Inzaghi, però, dovranno mettere la grinta vista questa sera contro il Barcellona se vorranno uscire definitivamente dalla crisi.

L'analisi della partita

L'Inter lascia il palleggio al Barcellona nei primi 5' ma il primo tiro è di Calhanoglu dalla distanza, al 6', con Ter Stegen che la mette in angolo. Lewandowski si muove bene fuori dall'area al 18' ma il suo tiro è strozzato e termina docilmente tra le braccia di Onana. Pedri al 20' salva i blaugrana sul bel tiro-cross di Dimarco e due minuti dopo Eric Garcia la tocca di mano in area ma per l'arbitro Vincic è tutto regolare.

Il direttore di gara viene richiamato dal Var e viene "salvato" dal fatto che Lautaro Martinez in avvio di azione fosse di qualche millimetro in fuorigioco. Correa segna al 29' ma l'arbitro annulla giustamente per offside e l'Inter cresce di tono fino al gol del vantaggio al primo minuto di recupero dei tre concessi da Vincic. Grande tiro da fuori area di Calhanoglu che fulmina ter Stegen per il vantaggio nerazzurro.

Nella ripresa l'Inter tiene bene il campo e concede il primo tiro in porta al 60' con Dembélé che colpisce il palo esterno. Al 66' il Barcellona la pareggia con Pedri su un azione in cui l'Inter si era fatta trovare impreparata. Cross di Dembélé, Onana non esce perfettamente e la tocca, la palla sbatte sulla mano di Ansu Fati e Pedri insacca. L'arbitro viene però giustamente richiamato dal Var e annulla la rete per l'irregolarità del giovane attaccante del Barcellona salvando Onana e i nerazzurri. Negli ultimi 15-20' l'Inter soffre la pressione del Barcellona rischiando il calcio di rigore su un presunto tocco di mano di Dumfries: il Var decide ancora una volta in favore dei nerazzurri che vincono così 1-0 contro i blaugrana.

Il tabellino

Inter: Onana; Skriniar, de Vrij (77' Acerbi), Bastoni; Darmian (77' Dumfries), Barella, Calhanoglu (85' Asllani), Mkhitaryan, Dimarco (77' Gosens); Lautaro, Correa (56' Dzeko)

Barcellona: Ter Stegen; Sergi Roberto, Eric Garcia, Christensen (58' Piqué), Marcos Alonso /64' Balde); Gavi (83' Kessié), Busquets, Pedri; Raphinha (64' Ansu Fati), Lewandowski, Dembélé

Reti: 46' Calhanoglu (I)

Il tabellino di Ajax-Napoli 1-6

Il Napoli passa in svantaggio contro l'Ajax ma poi mette il turbo e asfalta i Lancieri segnando sei reti: doppietta per Giacomo Raspadori e gol di Di Lorenzo, Simone, Kvaratskhelia e Zielinski. Azzurri primi a punteggio pieno nel proprio girone, secondo il Liverpool: ottavi di finale già in tasca per i ragazzi di Luciano Spalletti. Lezione di calcio del Napoli in casa di coloro che per anni hanno insegnato calcio in giro per il mondo.

Ajax: Pasveer; Rensch, Timber, Bassey, Blind; Álvarez, Taylor (72′ Klassen); Berghuis (Brobbey), Tadic, Bergwijn; Kudus.

Napoli: Meret; Di Lorenzo (84′ Zanoli), Rrahmani, Kim, Mathias Olivera; Anguissa, Lobotka (80′ Gaetano), Zielinski (46′ Ndombele); Lozano, Raspadori (64′ Simeone), Kvaratskhelia (64′ Elmas).

Reti: 9′ Kudus, 18′ Raspadori, 33′ Di Lorenzo, 44′ Zielinski, 47′ Rapsadori, 63′ Kvaratskhelia, 81′ Simeone

Commenti