Nuovi guai per Nainggolan, clonato assegno per saldare il casinò da 150 mila euro

Radja Nainggolan vittima di una truffa, al calciatore è stato clonato un assegno di 150 mila euro con cui avrebbe dovuto saldare le perdite al gioco con il Casinò di Montecarlo

Nuovi guai per Nainggolan, clonato assegno per saldare il casinò da 150 mila euro

Nuova disavventura per Radja Nainggolan, al centrocampista belga sono stati sottratti 150mila euro attraverso la clonazione dei codici del libretto degli assegni.

Un rendimento per il momento al di sotto delle aspettative a causa di frequenti infortuni, Radja Nainggolan balza agli onori della cronaca ancora una volta per vicende extracalcistiche. Il centrocampista in forza all'Inter ha denunciato nei giorni scorsi di essere stato vittima di una truffa, avendo riscontrato un prelievo fraudolento di 150mila sui suoi conti nella Banca Mediolanum, effettuato attraverso la clonazione dei codici di alcuni suoi libretti per gli assegni.

La denuncia ha però involontariamente rivelato una grande passione del Ninja, giocare al Casinò. Si è scoperto infatti che l'assegno clonato avrebbe dovuto coprire una perdita al tavolo verde del Casinò di Montecarlo di 150mila euro. L'episodio risalirebbe al periodo di agosto, al termine della preparazione estiva. Sembra però che le serate sfortunate per il calciatore siano state numerose e le perdite al gioco siano state saldate con altri assegni, questa volta non clonati.

Anche l'istituto di credito si è rivolto alla procura per rintracciare i responsabili, la truffa sarebbe stata portata avanti da una banda di professionisti che opera a Roma. L'indagine è al momento è nelle mani della Procura di Velletri, visto che l'assegno clonato è stato incassato proprio nel Lazio. Nelle mani degli inquirenti ci sarebbero anche le immagini che riprendono i malviventi mentre effettuano i prelievi dagli sportelli bancari.

Commenti