Sport

Nuovo presidente Figc ad agosto. Sarà lui a scegliere il ct

Non c'è l'accordo per nominare il nuovo commissario tecnico della Nazionale. A sceglierlo sarà il capo della Figc, che verrà nominato l'11 agosto

Nuovo presidente Figc ad agosto. Sarà lui a scegliere il ct

Alle 13.15 è iniziato il consiglio federale della Figc, chiamato a ratificare le dimissioni del presidente Giancarlo Abete, annunciate dopo l’eliminazione dell’Italia ai Mondiali in Brasile. Nella riunione preliminare fra le varie componenti, che ha anticipato i lavori del consiglio, non è stato trovato l’accordo sul nome del nuovo ct della nazionale. Sono rimaste le divisioni fra i presenti e a questo punto è sempre più concreta l’ipotesi che il nome dell’erede di Cesare Prandelli venga deciso dopo l’assemblea elettiva che dovrebbe svolgersi l’11 agosto. I nomi sul tappeto per la panchina azzurra sono diversi: Allegri, Mancini, Zaccheroni, Spalletti, Cabrini (con Guidolin), Guidolin (senza Cabrini), Rivera, Di Biagio, Cannavaro. E potrebbe avere un ruolo importante anche Paolo Maldini.

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Carlo Tavecchio, è il nome più accreditato a raccogliere l’eredità di Abete. "Oggi - ha detto al suo ingresso in Figc - aspettiamo le dichiarazioni di Abete al quale chiederò di recedere dalla sua decisione. L’agonismo può anche non essere sempre positivo, ma Abete è un presidente che ha dato molto alla federazione. Le sue dimissioni irrevocabili? È quello che voglio sentire da lui. Di sicuro oggi - ha aggiunto Tavecchio - si raggiungerà la data assemblea, secondo noi si farà l’11 agosto. Non credo che si deciderà il nuovo ct, non ha senso secondo me. Sarà il nuovo presidente federale a decidere".

Arrivato in via Allegri per la riunione preliminare tra presidenti delle componenti, il numero 1 della Lega Serie B, Andrea Abodi, non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Si è limitato a dire questo: "Ha parlato Tavecchio? È giusto che parlino i candidati".
"Da arbitro - ha detto il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi - la cosa più importante è farsi trovare sempre preparati. Io non do mai nulla per scontato, siamo qui per ascoltare e vedere. Il nuovo ct? Sono stati fatti nomi importanti e meritevoli
il nuovo presidente sceglierà una persona che sulla carta darà maggiore affidabilità. Il ct dopo l’11 agosto? Si parte ad handicap se non avremo il ct per quella data ma saremo lungimiranti da averlo".

Commenti