Roberto Mancini positivo al Covid. E sul web il ct viene preso in giro

Dopo le polemiche social per una vignetta al veleno sul coronavirus anche il ct della nazionale italiana Roberto Mancini è risultato positivo, a renderlo noto la Figc

Roberto Mancini positivo al coronavirus. Nemmeno il commissario tecnico della nazionale è sfuggito al contagio. Secondo quanto riportato da Italpress e Lapresse l'ex allenatore dell'Inter è risultato positivo nell'ambito dei controlli periodici effettuati dalla Figc per i componenti degli staff tecnici delle nazionali in vista dei prossimi impegni tra amichevoli, l'11 novembre contro l'Estonia, e per le sfide di Uefa Nations League contro Polonia e Bosnia Erzegovina.

Il ct non sarà dunque in panchina in quanto dovrà rispettare la quarantena anche se sarà sicuramente sottoposto ad ulteriori controlli nei prossimi giorni per capire meglio la sua reale situazione dato che potrebbe anche trattarsi di un falso positivo un po' come accaduto ad Hakimi dell'Inter. A rendere nota la positività di Mancini ci ha pensato la Figc con una nota ufficiale: pare che il ct sia asintomatico e in isolamento presso la propria abitazione.

Positivo dopo la polemica

Proprio lo scorso 22 ottobre il ct era finito nel mirino della critica per via di una story su Instagram proprio sul coronavirus. Nella vignetta postata da Mancini infatti era ritratto un ammalato sdraiato su un letto di ospedale con il medico/infermiere di turno che domandava: "Hai idea di come ti sei ammalato?", con la seguente risposta al vetriolo nei confronti dei media ritenuti evidentemente responsabili da parte del ct di un "terrorismo" mediatico "Guardando i tg". Questo suo post aveva subito scatenato le polemiche social con utenti e giornalisti scatenati nei commenti:

Non solo, perché l'ex allenatore di Lazio e Manchester City era finito nel tritacarne mediatico per via di un altro suo post nel quale citava una dichiarazione dell'ex generale nazista Goering durante il processo di Norimberga: "Come avete convinto il popolo tedesco ad accettare tutto questo? E' stato facile e non ha nulla a che fare con il nazismo, ha a che fare con la natura umana. Lo puoi fare in un regime nazista, comunista, socialista, in una monarchia o in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli quello che volete".

Ironia social

La notizia della positività del ct è diventata subito virale sui social con tanti utenti che hanno espresso la loro solidarietà nei confronti del ct ma con tanti altri che hanno invece preso di mira il tecnico jesino per via delle sue uscite infelici sul coronavirus delle scorse settimane. "Roberto Mancini, quello che diffonde meme sul virus che si prende guardando i tg, è positivo al covid19. Forse non ha spento bene la televisione", "Mi sa che Mancini ha guardato troppi telegiornali", "Roberto Mancini positivo al COVID19. Ricordiamo le sue idee a riguardo", questi alcuni dei tanti commenti contro il ct della nazionale italiana:

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.