Un'altra mazzata per l'Inghilterra: la decisione dopo la finale

Wembley a rischio chiusura dopo le violenze dei tifosi inglesi prima, durante e dopo la finale degli europei contro l'Italia: pugno duro dell'Uefa che ha aperto un procedimento

Un'altra mazzata per l'Inghilterra: la decisione dopo la finale

La Uefa ha aperto un'inchiesta sulle violenze dei tifosi inglesi in occasione della finale di Euro 2020 tra Inghilterra e Italia, compreso il tentativo di almeno un centinaio di persone di entrare allo stadio di Wembley senza biglietto: il rischio è la chiusura dello stadio per le prossime gare della nazionale inglese.

Quali sono le accuse

La Federcalcio inglese è stata accusata di molteplici infrazioni da parte dei suoi tifosi prima e durante la sconfitta contro l'Italia ai calci di rigore: le accuse riguardano i fischi dell'inno nazionale italiano, l'invasione di campo di un tifosi, il lancio di oggetti in campo e l'accensione di fuochi d'artificio. La Federazione inglese, come detto, rischia ora la chiusura totale o parziale dello stadio per le prossime partite della nazionale. Prima della partita contro l'Italia, un gruppo di tifosi inglesi senza biglietto ha sfondato le barriere di sicurezza e i tornelli per entrare a vedere la prima finale dell'Inghilterra in un grande torneo dopo 55 anni.

Gli scontri prima della finale

La Uefa ha anche nominato un "ispettore etico e disciplinare" per indagare su "eventi che coinvolgono i tifosi dentro e intorno allo stadio" di Wembley: il giorno della finale, tifosi inglesi ubriachi si sono ritrovati intorno allo stadio di Londra nelle prime ore del mattino lanciando pietre e razzi e insultando i tifosi italiani. Centinaia di tifosi senza biglietto hanno poi preso d'assalto i cancelli di Wembley riuscendo ad entrare nello stadio e a sedersi nei posti riservati ai tifosi con biglietto. Come riporta l'Agi, la Met Police di Londra ha effettuato 86 arresti annunciando che 19 poliziotti sono stati feriti negli incidenti. Inoltre, il pilota britannico di Formula 1, Lando Norris, è stato aggredito ed è stato rapinato di un orologio da 46 mila euro mentre lasciava lo stadio dopo la finale.

Ferito il padre di Maguire

Il difensore dell'Inghilterra, Harry Maguire, ha affermato che suo padre si è fatto male alle costole e ha avuto difficoltà a respirare dopo essere stato coinvolto nell'ondata degli incidenti quando i fan senza biglietti hanno sfondato le barriere di sicurezza per entrare a Wembley nel tentativo di guardare la finale del campionato europeo. Al quotidiano The Sun, Maguire ha dichiarato che suo padre si trovata in una "fuga precipitosa", era spaventato ma non ha cercato cure mediche. "Ho visto molti video ed ho parlato con papà e la mia famiglia. Sono stati mio padre ed il mio agente ad avere avuto le conseguenze peggiori". La partecipazione ufficiale alla finale è stata di circa 67mila spettatori sui 90mila posti dello stadio, una limitazione per garantire il distanziamento vista la pandemia di Covid-19. La Federazione inglese era già stata multata di 30mila euro per gli incidenti provocati dai suoi tifosi dopo la semifinale contro la Danimarca, giocata sempre a Wembley la scorsa settimana, compresi i fischi dell'inno danese.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti