Stefania Orlando spensierata cantando gioca a fare la Carrà

Per il terzo anno consecutivo Stefania Orlando si esibirà nell’insolita veste di cantante al Gay Village. La showgirl sarà accompagnata domani sera dae 22,45 sul palco del Parco del Turismo (in via delle Tre Fonane) dalla sua pop band «Gli Orlando Furiosi» composta da ottimi musicisti come Simone Gianlorenzi alle chitarre, Gian Marco Fusari al basso, Roberto Forlini alla batteria, Francesco Infarinato alle tastiere, e dalla voce di Damiano Libianchi. Nell’ora circa di live, la Orlando porterà sul palco il suo nuovo singolo estivo Su e Giù, che dà il titolo all’intero album, e che vuole essere un omaggio alla grande Raffaella Carrà. Tra i brani proposti, il primo singolo tratto dall’album dal titolo Sotto la luna' e il singolo Marimbabà. Ai suoi successi la Orlando alternerà canzoni come L’uomo per me di Mina, Primavera portata al successo in Italia da Marina Rei, Tropicana, successo anni Ottanta del Gruppo Italiano e Maracaibo, tutte all’insegna della spensieratezza. E ancora un medley degli anni Sessanta e un medley di canzoni napoletane, durante il quale il gruppo coinvolgerà il pubblico, chiedendo di fare la famosa «mossa». Inoltre Stefania canterà il Tuca Tuca ovviamente in compagnia del pubblico disposto a ballarlo con lei anche sul palco. «Sono una fan scatenata di Renato Zero - dice Stefania - e adoro la musica italiana, e in generale tutta la musica, perché la ritengo un’evasione positiva, qualcosa che ti permette di sognare e rilassarti».

Commenti